Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

Prepararsi alla tariffa puntuale dalla Dora Baltea al Cervino

da in News
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 213
  • Stampa
213

subatod

Ventuno incontri pubblici in ventuno comuni: dal fondo valle - Chatillon e Saint Vincent, alle più rinomate località sciistiche italiane Valtournenche e Ayas - passando per tutti i piccoli comuni di media valle, tutti sono stati partecipatissimi, con un numero di presenze registrate che va dalle 80 alle 300 persone!

Siamo in Valle d'Aosta e l'esperienza di queste settimane, che vede Achab supportare il Sub-ATO D e Quendoz srl nel lancio del nuovo servizio di igiene urbana, dimostra che il contatto diretto e l'approfondimento faccia a faccia sono ancora indispensabili, anche nell'epoca dei nuovi media e della partecipazione digitale.
Dal 1° novembre 2018 nei 21 Comuni delle Unités des Communes Evançon e Mont Cervin la raccolta differenziata, organizzata dal Sub-ATO D e gestita da Quendoz srl, sarà oggetto di importanti modifiche, che consentiranno la tracciabilità dei rifiuti conferiti dagli utenti ed entro il 2020, il riparto dei costi del servizio sulla base di quanto rifiuto indifferenziato prodotto, nel pieno rispetto del principio "chi inquina paga".
Tra i primi risvolti positivi sono gli aggiornamenti delle banche dati TARI, con l'emersione di nuove utenze, poichè le attrezzature possono essere consegnate alle solo agli iscritti a ruolo.

Il servizio previsto dal piano di sub-ambito prevede un'integrazione tra più sistemi organizzativi per tener conto della varietà e stagionalità delle utenze in realtà così fortemente turistiche. I contenitori per i comuni con raccolta domiciliare sono dotati di codice elettronico; i contenitori che rimangono stradali, ma ad accesso controllato, potranno essere aperti solo con le tessere. Il sistema è progettato per permettere l'associazione di ogni rifiuto all'utente che lo ha prodotto, consentendo di individuare chi non differenzia correttamente, ed arrivare ad una tariffa puntuale unica di sub-ambito.

Ciascuno svuotamento dei nuovi contenitori (nelle aree servite con raccolta porta a porta tradizionale e frazionale individuale) ed ogni conferimento stradali informatizzati (sbloccati utilizzando la nuova eco-tessera), sarà registrato ed associato alla relativa utenza. Per questo motivo i contenitori del secco residuo stradali sono dotati di una calotta volumetrica.
A fine anno, si saprà quanti svuotamenti o conferimenti sono stati effettuati.
In questo modo sarà possibile definire, per gli anni successivi, le modalità di pagamento della tariffa in base al volume dei rifiuti conferiti al servizio pubblico.
Altri aspetti di particolare interesse sono la sostituzione dei contenitori condominiali con quelli familiari per le poche, ma talvolta grandi, utenze aggregate; e ancora l'adesione ai colori definiti dalla norma UNI 11686 per i contenitori della differenziata. Con la speranza che queste scelte ci portino un giorno ad avere colori univoci almeno a livello nazionale.

A partire dal 1 Novembre oltre 40.000 utenze inizieranno un nuovo percorso verso la sostenibilità.

b2ap3_thumbnail_Riunione-Sindaci-IMG_5148.JPGb2ap3_thumbnail_issogne4.JPGb2ap3_thumbnail_issogne.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_9649-12-09.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5208.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5170-11-10.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5162-3-10.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5132-27-09.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5128-26-09.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5127-26-09.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5105-20-04.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5028-13-09.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5027-13-09.JPGb2ap3_thumbnail_IMG_5019--12-09.JPGb2ap3_thumbnail_DSC_0679-PONTEY.JPGb2ap3_thumbnail_GKYX1392-14-09.JPG