Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Comunicazione ambientale
2503

Villa_San_Giovanni_in_Tuscia.jpg

E’ primavera, le nevi cominciano a sciogliersi, i primi germogli a spuntare, la natura si risveglia e le piante hanno bisogno di compost, niente di meglio che produrlo localmente con Big Hanna.

Dalla Valle D’Aosta alla Sicilia sono 32 le Big Hanna all’opera che daranno il loro contributo alla produzione di compost da scarti organici riducendo le emissioni di CO2 ed evitando il trasporto di scarti organici verso impianti spesso distanti centinaia di chilometri.

Compostare a km zero è la situazione ideale per piccoli e medi comuni lontani da impianti di compostaggio industriale che vogliano attivare un ciclo virtuoso dei rifiuti e che possono, con Big Hanna, gestire facilmente la frazione umida promuovendo il compostaggio domestico e il compostaggio collettivo.

 

Scopri tutte le caratteristiche di Big Hanna su www.compostkmzero.it e … buona primavera!

 

 

Continua a leggere
2260

Schermata_2016-03-24_alle_11.23.27.png

La corsa verso l’uniformità di servizio di raccolta rifiuti sta procedendo senza sosta nel comune di Prato.

 

ASM infatti si prepara per concludere il piano che porterà entro la fine del 2016 ad avere tutto il territorio comunale coperto dalla raccolta “porta a porta”. Si tratta di un dato importante, Prato, seconda città toscana per numero di abitanti, vedrà sparire gli ultimi cassonetti stradali, salvo la campana verde per il conferimento del vetro, in tutto il comune e quindi nell’intera provincia.

 

In questi giorni si sta procedendo alla consegna dei contenitori nella prima delle 4 zone previste dalle attivazioni 2016 che porteranno così al completamento della città e alla chiusura del cerchio.

 

ASM, oltre alle attivazioni del nuovo sistema, guarda avanti anche rivedendo e aggiornando i servizi presso le zone già servite da raccolta domiciliare: dopo aver introdotto lo scorso anno le campane per la raccolta monomateriale del vetro, come disposto nella Delibera della Regione Toscana n° 1049 del 6/12/2010, nelle zone a nord e ad est della città, si propone adesso di portare la stessa raccolta a tutte le attività di ristorazione del centro storico di Prato.

 

In quella specifica area la raccolta “porta a porta” è cominciata ormai da molti anni, primo passo dei tanti che ASM ha fatto verso tale direzione nel comune di Prato. Le utenze commerciali coinvolte verranno adeguatamente informate.

 

Continua a leggere
2276

cem2

“La differenza la fanno le persone. Il riciclo C’èm”. È questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione di Cem Ambiente Spa (in collaborazione con Achab Group), società che gestisce l'igiene urbana in 59 comuni dell'area milanese e Monza e Brianza, che è da poco partita con affissioni in tutti i comuni gestiti.

Ben 1.500 poster affissi su tutto il territorio di Cem Ambiente, oltre a 70mila cartoline distribuite in Comune e nelle scuole per ricordare a tutti l’impegno della società in tema di raccolta dei rifiuti e la sua volontà di avvicinarsi sempre di più e sensibilizzare sempre meglio i cittadini, che sono i veri protagonisti della raccolta differenziata.

 

“Da oltre 40 anni la nostra società – spiega Virginio Pedrazzi, Amministratore unico di Cem Ambiente – lavora con i Comuni per una raccolta differenziata di qualità che garantisca riduzione, riciclo, riuso dei rifiuti. Oggi vogliamo fare un passo in più e crescere ancora rivolgendoci direttamente ai cittadini, sempre attraverso i nostri Comuni, per mandare un messaggio univoco sulla presenza di Cem sul territorio e sull’importanza di raccogliere i rifiuti in modo corretto, puntando sempre di più alla qualità della raccolta domestica”.

La campagna di Cem Ambiente “La differenza la fanno le persone. Il riciclo C’èm”, fa seguito al lancio di numerose altre iniziative parallele, rivolte ad ogni tipologia di target e si inserisce in un contesto di comunicazione molto più ampio in cui la società è impegnata da anni.

 

Continua a leggere
2810

20403-NSP9HZ.jpgContinuiamo con l’analisi delle opportunità offerte dalla recente approvazione del “Collegato Ambientale”.

Il Green Public Procurement (GPP)  previsto dalla Commissione europea con la Comunicazione 2003/302 come strumento per orientare le scelte delle pubbliche amministrazioni verso beni e servizi in linea con una politica sostenibile sempre più rispettosa dell’ambiente, favorisce la diffusione di tecnologie ambientali e contribuisce alla riduzione delle emissioni e della produzione dei rifiuti.

Nel 2008, con il D.M. dell’11 aprile, l’Italia dà seguito all’invito della Commissione rivolto a tutti gli Stati membri di dotarsi di un Piano per l’integrazione delle esigenze ambientali negli appalti e approva il Piano di azione Nazionale per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione (PAN GPP).

Il PAN rinvia ad appositi decreti emanati dal Ministero dell’Ambiente l’individuazione di un set di “criteri ambientali “minimi” (CAM) per ciascuna tipologia di acquisto che ricade nell’ambito di una serie di “categorie merceologiche”.

I criteri inseriti nei CAM si suddividono in criteri ambientali di base (selezione dei candidati, specifiche tecniche, condizioni di esecuzione e criteri ambientali premiali (criteri di aggiudicazione). Un appalto può essere definito “verde” dalla PA (ai sensi del PAN GPP) se include almeno i criteri di base. Le stazioni appaltanti possono utilizzare anche i criteri premiali quando aggiudicano la gara con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

L’art. 18 del Collegato Ambientale (Applicazione di criteri ambientali minimi negli appalti pubblici per le forniture e negli affidamenti di servizi) prevede l’inserimento dell’art. 68 bis al Codice degli appalti, sull’applicazione dei criteri ambientali minimi.

Tale articolo introduce l'obbligo per le amministrazioni pubbliche (incluse le centrali di committenza) di inserimento, nei documenti di gara, almeno delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei CAM relativi alle seguenti categorie di forniture e affidamenti:

  • acquisto di lampade a scarica ad alta intensità, di alimentatori elettronici e di moduli a LED per illuminazione pubblica, acquisto di apparecchi di illuminazione per illuminazione pubblica e affidamento del servizio di progettazione di impianti di illuminazione pubblica;
  • attrezzature elettriche ed elettroniche d’ufficio, quali personal computer, stampanti, apparecchi multifunzione e fotocopiatrici;
  • servizi energetici per gli edifici : servizio di illuminazione e forza motrice, servizio di riscaldamento/raffrescamento di edifici

L’obbligo si applica invece per almeno il 50 per cento del valore delle gare d’appalto (% che sarà incrementata nel tempo)  sia sopra che sotto la soglia di rilievo comunitario previste per gli altri CAM già emanati:

  1. affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani;
  2. forniture di cartucce toner e cartucce a getto di inchiostro, affidamento del servizio integrato di ritiro e fornitura di cartucce toner e a getto di inchiostro;
  3. affidamento del servizio di gestione del verde pubblico, per acquisto di ammendanti, di piante ornamentali, di impianti di irrigazione;
  4. carta per copia e carta grafica;
  5. ristorazione collettiva e derrate alimentari;
  6. affidamento del servizio di pulizia e per la fornitura di prodotti per l’igiene;
  7. prodotti tessili;
  8. arredi per ufficio

L’obbligo è esteso anche alle forniture di beni e servizi e agli affidamenti di lavori oggetto di ulteriori decreti ministeriali di adozione dei relativi criteri ambientali minimi (ad esempio quello del 24/12/15 relativo all'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione).

Ciascun soggetto obbligato all’attuazione di tali disposizioni è tenuto a pubblicare nel proprio sito internet istituzionale i bandi e i documenti di gara con le relative clausole contrattuali recanti i relativi criteri ambientali minimi, nonché l’indicazione dei soggetti aggiudicatari dell’appalto e i relativi capitolati contenenti il recepimento dei suddetti criteri ambientali minimi.

Il Collegato Ambientale ha anche previsto un sistema di controllo allungando l’elenco dei compiti dell’Osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture di cui all’art. 7 del Codice degli appalti. Dal 2 febbraio, infatti, l’Osservatorio, che si avvale delle sezioni regionali, provvederà a monitorare l’applicazione dei criteri ambientali minimi e il raggiungimento degli obiettivi prefissati dal PAN GPP.

Continua a leggere
2391

foto scuolaDal 15 Febbraio, l’Istituto di Istruzione Superiore Tecnico e Nautico FERRARIS-PANCALDO di Savona ed ATA S.p.A., hanno avviato il nuovo sistema di raccolta differenziata all’interno della scuola.

Il progetto, che coinvolge 1.500 ragazzi, prevede che, dieci minuti prima del termine delle lezioni, gli studenti inizino a pulire le classi differenziando i rifiuti, sotto la sorveglianza degli insegnanti. Per l’Istituto questa innovativa forma di partecipazione alla raccolta differenziata viene individuata formalmente, dai docenti, quale priorità educativa e, per ATA S.p.A., fortemente impegnata nel corso degli anni, nei confronti della comunicazione e della formazione ambientale, si tratta di un’ulteriore occasione per ampliare la coscienza e la conoscenza ambientale sviluppando e stimolando, nei ragazzi, una corretta autonomia di sostenibilità ambientale.

Con questi obiettivi ATA S.p.A. ha fornito gratuitamente 80 contenitori rd carta, 90 plastica, 18 alluminio/vetro che sono stati sistemati in ogni aula, nei laboratori, negli uffici e nei corridoi dell’Istituto mentre, all’esterno della scuola, sono presenti due punti di raccolta differenziata di prossimità.

Ogni consiglio di classe - docenti – studenti – genitori - sarà impegnato a progettare metodi e strumenti per ottimizzare la raccolta e, la campagna, sarà associata a momenti di approfondimento, quali, ad esempio visioni commentate di interessanti documentari sul tema.
Il progetto avrà una durata biennale e l’intero processo sarà interamente monitorato e controllato e, per stimolare maggiormente i ragazzi a differenziare e a farlo bene, è iniziata una vera e propria gara che porterà alla vittoria la classe che brillerà più delle altre, con il voto migliore in raccolta differenziata.
Con questi obiettivi, vi è l’auspicio ed il desiderio che questa iniziativa possa costituire un progetto pilota sviluppato, a misura d’istituto, in tutti i plessi scolastici in cui ATA S.p.A. presta il proprio servizio.

Continua a leggere
2437

moss-594461_1280.jpg

È stato pubblicato nei mesi scorsi il rapporto L'ambiente in Europa – Stato e prospettive nel 2015 (SOER2015) dell’Agenzia Europea dell’Ambiente che valuta per 33 paesi europei in modo integrato dati a livello globale, regionale e nazionale, accompagnati da confronti tra vari Paesi.

Ecco i punti salienti evidenziati per tematica:

  • Rifiuti: la gestione dei rifiuti in Europa è migliorata negli ultimi anni, con un calo della produzione totale e, soprattutto, del conferimento in discarica. I Paesi membri e i Paesi che cooperano con l’Agenzia (denominati AEA33), hanno raggiunto un tasso medio di riciclo del 29% nel 2012, (+ 7% sul 2004). I rifiuti urbani smaltiti in discarica, nel 2014, sono stati pari a circa 9,3 milioni di tonnellate, (meno 14% in un anno, 1,6 milioni di tonnellate di rifiuti). Purtroppo però c’è molta disparità tra i vari paesi: c’è ancora chi usa molto o quasi totalmente la discarica.
  • Acque: l'inquinamento che proviene dal settore agricolo è ancora un dato che non convince ma le concentrazioni di nitrati medi nei fiumi europei si sono ridotte di oltre il 20% tra il 1992 e il 2012, mentre le concentrazioni di ortofosfato sono più che dimezzate.
  • Energia: si registra fortunatamente un aumento della quota di energie rinnovabili in 32 paesi su 34 a fronte di un piccolo aumento del consumo energetico lordo.
  • Aria: Tra il 1990 e il 2012 le emissioni di gas a effetto serra nell’Unione Europea a 28 stati sono diminuite del 19%, nonostante un incremento del 45% della produzione economica. Anche qui però, negli Stati esaminati (AEA33) ci sono tendenze diverse, con emissioni in calo in 22 paesi (tra cui l’Italia) e in aumento in 11.

Il rapporto completo e le analisi sintetiche sono disponibili al seguente link

 

 

Continua a leggere
2357

pontinia_news.jpg

Il Comune di Pontinia (LT) sta attivando in questi mesi la raccolta porta a porta su alcune zone del territorio comunale, suddiviso in 5 “step” di attivazione. L’attivazione di ogni zona prevede la distribuzione di materiale informativo di dettaglio, affissioni e una serie di incontri pubblici e punti informativi con lo scopo di spiegare le regole della raccolta domiciliare dei rifiuti, e motivare tutte le utenze a fare correttamente il proprio dovere.
Affinché un programma di raccolta differenziata abbia successo, l’adesione dei cittadini, e in generale di tutte le utenze di “produttori” di rifiuti alle quali il programma si rivolge, è fondamentale, la raccolta domiciliare è il tipico esempio di servizio alla cui realizzazione concorrono in maniera determinante tutti coloro ai quali il servizio stesso è rivolto ed erogato. Questo significa che i cittadini e le diverse categorie coinvolte hanno bisogno di essere corresponsabilizzati, sensibilizzati, mobilitati.
Non si tratta soltanto di far passare delle informazioni, di rispettare obblighi istituzionali o di legge, ma di ottenere che i cittadini, da semplici utenti di un servizio, ne divengano protagonisti attivi: allora è chiaro che la comunicazione non riveste un carattere puramente tattico, strumentale, ma diviene una fondamentale componente di una strategia d’impresa.
La comunicazione relativa alla raccolta domiciliare non può e non deve operare in maniera episodica, casuale, ma deve porsi come un essenziale atto di gestione, perfettamente integrato rispetto alle altre modalità di comunicazione dell’azienda o dell’ente, e perfettamente integrato con le strategie specifiche in tema di raccolta differenziata.
La comunicazione deve essere impostata secondo logiche che privilegiano la chiarezza, la continuità, l’efficacia relativa, in un’ottica di medio lungo periodo.
Grazie all’impegno dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Pontinia e della multiservizi comunale Tra.Sco. Pontinia s.r.l., supportati da Achab Group per la campagna di sensibilizzazione, la cittadinanza ha recepito positivamente il cambiamento e i risultati di raccolta sono positivi.

Continua a leggere
2816

Ascolto, vedo, imparo. Il motto latino ci ricorda che dei 5 sensi l’udito e la vista sono i più importanti nell’apprendimento. E allora presentiamo un strumento nuovo ed efficace per la comunicazione istituzionale e aziendale: il video realizzato con la tecnica del “motion graphic”.

Come è facile immaginare la comunicazione fatta con un videoclip che riunisce audio, animazioni e infografiche risulta particolarmente efficace e coinvolgente, e non ci stancheremo mai di ribadire che nella moderna comunicazione istituzionale occorre presidiare con strumenti integrati i cosiddetti “luoghi frequentati” della rete: Facebook, Youtube, Vine e via dicendo. In questo modo rendiamo i nostri contenuti molto più raggiungibili e potenzialmente virali rispetto alla pubblicazione in pompa magna sul nostro sito istituzionale che solo chi ci conosce già può raggiungere. 

La motion graphic, grafica in movimento, è una tecnica di animazione di elementi grafici (disegni, illustrazioni, testi...). Essa, attraverso la combinazione di effetti visivi, effetti audio e speaker è una tecnica che ha un grande impatto emotivo e un coinvolgimento immediato. Si possono generare effetti di luce, distorsione, traslazione, trasformazione, creare l’illusione 3D, gestire suoni e musiche.

In Achab Group abbiamo realizzato un video in motion graphic per spiegare il nostro progetto Ecopunti visibile in homepage del progetto Ecopunti, per mostrare le potenzialità di questo strumento.

Al momento sono in lavorazione una serie di video sulla raccolta differenziata e le sue varie sfaccettature (come differenziare, la qualità dei materiali raccolti, riduzione rifiuti ecc.) che mettiamo a vostra disposizione per la personalizzazione e l’inserimento tra gli strumenti di una campagna di comunicazione che a questo punto possiamo a ragione definire “integrata”. Agli strumenti cartacei, alla visibilità e al contatto diretto sul territorio aggiungiamo un’attività di presidio della rete che è ormai il canale di contatto più diretto e frequentato a disposizione di una larga maggioranza del nostro pubblico.

 
Continua a leggere
2378
asvo comuniricicloniE’ un riconoscimento di prestigio, quello conferito da Legambiente ad Asvo s.p.a. (Ambiente Servizi Venezia Orientale) in occasione di Comuni Ricicloni 2015, evento patrocinato dal Ministero dell’Ambiente. L’azienda veneta è stata premiata per essersi contraddistinta nel campo della comunicazione ambientale multicanale. Tra le motivazioni della premiazione: “l’efficacia, la continuità e anche il coordinamento grafico tra tutti gli strumenti di comunicazione utilizzati, web, intranet e cartaceo per informare in tempo reale ed in modo esaustivo gli utenti sui servizi ambientali gestiti dalla società”
  
Presidente Michelutto, quanto è stato importante per un’azienda come la vostra scegliere di puntare non solo sulla qualità dei servizi di raccolta ma anche sulla comunicazione e sul coinvolgimento dei cittadini?
"Le politiche ambientali di ASVO SpA di Portogruaro (Ve) si sono incentrate da sempre sul coinvolgimento diretto  di  tutte le componenti del tessuto sociale del territorio, scuole, famiglie, operatori economici e turisti perché riteniamo che la interazione con gli utenti e i servizi efficienti siano  strettamente correlati tra loro e, in quanto tali, anche le chiavi vincenti delle nostre politiche ambientali che ci hanno permesso di raggiungere prestigiose percentuali di raccolta differenziata.
Asvo utilizza tutti i canali di comunicazione che offre la rete, portale aziendale, social, rete intranet, customer satisfaction  e materiali  cartacei per informare tutti gli utenti in modo veloce ed efficace sulle corrette modalità di utilizzo dei servizi; in questo modo i cittadini hanno anche la possibilità di dialogare con l’azienda, proponendo soluzioni, fornendo preziosi suggerimenti per ottimizzare  e migliorare la qualità dei servizi ambientali offerti.
La  nostra comunicazione oltre a raggiungere i circa 100.000 residenti e le oltre 11.000.000 di presenze turistiche di Bibione e Caorle è incentrata con particolare attenzione sul mondo della scuola; da diversi anni Asvo realizza progetti educativi che coinvolgono  migliaia di ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado del territorio e le loro famiglie perché, come recita il nostro slogan istituzionale “ Insieme per l’ambiente”, siamo convinti che l’ambiente del futuro può e deve essere costruito con il contributo di tutti, azienda, mondo della scuola ed utenti".
Continua a leggere
2818

MantovambienteCR2015Grande successo della provincia di Mantova nell’edizione 2015 di Comuni Ricicloni, l’evento promosso da Legambiente e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente che premia i comuni più virtuosi nella gestione dei rifiuti.

La città di Mantova è il primo capoluogo in Lombardia per raccolta differenziata mentre il comune di San Giovanni del Dosso vince nella categoria “comuni lombardi sotto ai 10.000 abitanti”. In classifica anche altri 55 comuni della provincia mantovana, 24 dei quali entrano in graduatoria come comuni “rifiuti free” perché non producono più di 75 kg di rifiuti per abitante all’anno.

Un riconoscimento importante per la gestione di Mantova Ambiente – Gruppo Tea che da anni porta avanti con costanza l’attivazione di sistemi di raccolta domiciliare, sempre studiati a partire dalle esigenze di ogni territorio. Nei comuni mantovani di solito si utilizza un servizio porta a porta con sacchi e bidoni ma nella città di Mantova si è sperimentato con grande successo anche la raccolta con sacchi a perdere dotati di tag RFID.

Alla base del successo anche la particolare cura che viene riservata alla relazione con i cittadini: per ogni attivazione di servizio, Mantova Ambiente realizza campagne di comunicazione integrata che comprendono anche info-point, serate informative e progetti di educazione ambientale nelle scuole.

Per informazioni: http://www.mantovaambiente.it/

Continua a leggere
2475

asvo comuniricicloniE’ un riconoscimento di prestigio, quello conferito martedì scorso 7 Luglio, da Legambiente ad Asvo s.p.a. (Ambiente Servizi Venezia Orientale) in occasione di Comuni Ricicloni 2015 (evento patrocinato dal Ministero dell’Ambiente).

 

L’azienda veneta infatti, oltre agli importanti risultati raggiunti in termini di raccolta differenziata, si è contraddistinta nel campo della comunicazione ambientale multicanale e, citando le motivazioni che hanno portato a questo significativo premio, in particolar modo per l’efficacia, la continuità e anche il coordinamento grafico tra tutti gli strumenti di comunicazione utilizzati, web, intranet e cartaceo per informare in tempo reale ed in modo esaustivo gli utenti sui servizi ambientali gestiti dalla società.

 

“Un riconoscimento che premia ASVO - afferma il Presidente Michelutto- ma anche e soprattutto i 100.000 utenti residenti nei comuni soci che, con il loro impegno quotidiano e la preziosa collaborazione con l’azienda, grazie anche ad una comunicazione puntuale e continua sul territorio, hanno raggiunto, insieme, prestigiosi risultati a livello nazionale”.

 

Clicca qui per vedere il video che ASVO ha appositamente realizzato in occasione della premiazione!

 
Continua a leggere
6002

MrPACKPresentato ad Albano laziale MrPACK, il cassonetto intelligente “mangia plastica” che, dialogando con gli utenti e gli operatori in modo semplice ed intuitivo, permette ai cittadini di poter conferire grosse quantità di contenitori per liquidi in plastica ricevendo in cambio buoni sconto, da spendere negli esercizi commerciali convenzionati. Sono quattro le macchine che, grazie al Comune di Albano e Volsca Ambiente, saranno posizionate sul territorio comunale in punti di grande affluenza. 

Tutta la plastica raccolta dalla macchina è plastica del cosiddetto “flusso C”, quello di maggior valore per la filiera di recupero secondo gli ultimi accordi ANCI-CONAI. Il sistema di controllo identifica l’imballaggio tramite codice a barre e lo movimenta dentro la macchina verso uno dei cassonetti interni da riempire, passando dal primo all’ultimo ed avvisando l’azienda di raccolta quando è il momento di eseguire lo svuotamento, che avviene utilizzando un normale compattatore.
MrPACK è uno strumento industriale a disposizione delle aziende di igiene urbana per migliorare la qualità della raccolta della plastica, garantire l’effettivo recupero dei materiali intercettati, ridurre i costi e premiare l’utilizzo da parte dei cittadini
Il meccanismo è davvero semplice: per introdurre i contenitori per liquidi nella bocca di carico è sufficiente identificarsi con la propria tessera sanitaria, MrPACK legge il codice a barre dell’imballaggio e lo accetta solo dopo  averlo identificato. Infine MrPACK premierà i comportamenti virtuosi dei cittadini grazie ad Ecopunti: per ogni conferimento si accumulano direttamente sul proprio eco-contocorrente associato al codice fiscale buoni da spendere presso gli esercizi che aderiranno al progetto.

 

Continua a leggere
3713

AssagoE’ affidata alle fotografie di simpatici animaletti composti da rifiuti riciclati la nuova campagna informativa DAL RICICLO NUOVA VITA lanciata dal Comune di Assago, in collaborazione con il nuovo gestore del servizio San Germano - Gruppo Derichebourg e in sinergia con Achab Group.
La campagna rappresenta la prima fase di un piano quadriennale di interventi specifici mirati al miglioramento della raccolta differenziata in città.

La prima azione importante messa in campo è la  consegna presso tutte le cassette postali delle utenze di Assago, di un pratico pieghevole informativo contenente tutte le informazioni necessarie su come separare i rifiuti in modo corretto oltre che gli orari della Piattaforma Ecologica tutti i riferimenti e contatti per risolvere ogni dubbio o trovare risposte alle proprie esigenze quando ci si deve disfare di qualcosa.

Vogliamo ringraziare tutti i cittadini per l’impegno profuso ed allo stesso tempo esortarli a continuare su questa strada - commenta l’Assessore all’Ambiente Burgazzi - nel 2013 avevamo superato il 45% di raccolta differenziata ed adesso, con l’impegno dell’Amministrazione e il miglioramento del servizio di raccolta introdotto, puntiamo a migliorare ancora”.


Oltre al pieghevole, in questa prima fase di lancio, verranno distribuiti e affissi sul territorio locandine e manifesti, in modo da dare spazio e visibilità maggiore ai messaggi veicolati.
In un’ottica di grande importanza che quest’Amministrazione riserva al tema ambientale ed alla raccolta differenziata in particolar modo - conclude l’Assessore - cercheremo dunque di fornire tutte le adeguate informazioni in modo sempre più puntuale, per favorire da parte dei cittadini le corrette pratiche di separazione dei rifiuti e favorire una gestione di essi il più ottimizzata possibile”. 

Ed allora, in attesa delle prossime novità e delle prossime campagne, buona raccolta differenziata a tutti!

 

Continua a leggere
4028

In Val di Non parte la campagna per il recupero dell’olio vegetale esausto 

Manifesto_valdinon.jpg

Una spinta decisa per una raccolta più puntuale dell’olio vegetale esausto arriva dalla Comunità della Val di Non dove, a partire dall'8 luglio, sono disponibili nei 38 Comuni della valle le nuove tanichette personalizzate per raccogliere l’olio esausto. Tutti potranno ritirare la propria tanichetta presso il centro di raccolta indicato per il proprio Comune nei giorni inseriti nel ricco calendario. In questo modo, i cittadini avranno a disposizione un nuovo e comodo strumento per la raccolta degli olii vegetali esausti (tonno, alimenti sott’olio, frittura, grasso di cottura, ecc.) che potrà essere svuotato gratuitamente negli appositi contenitori (questa volta più grandi) posizionati presso i centri di raccolta. La campagna, promossa in collaborazione con Achab Group dal servizio tecnico e tutela ambientale della Comunità della Val di Non, prevede una distribuzione capillare delle taniche per agevolare la raccolta con un mese di distribuzione presso tutti i Centri di Raccolta del territorio coinvolto suddiviso in sei zone pensate per raggiungere ogni famiglia nel modo migliore. 

L'iniziativa vuole quindi migliorare le già buone percentuali di raccolta differenziata, recuperando quell'olio che ancora viene oggi disperso nell’ambiente purtroppo molto spesso per mancata conoscenza dei danni che può provocare una volta esausto.

Eccovi il calendario completo delle date di distribuzione!

Continua a leggere
3900

È partito “Gatti sostenibili” un nuovo progetto per ridurre l’impatto ambientale dei piccoli felini domestici

 

GATTI hera380pxl 2Sapevate che la zampina del nostro gatto domestico ha il suo impatto sull’ambiente esattamente come la nostra famigerata impronta ecologica? I numeri non sono di piccola portata, pensate che un gatto domestico produce in media ogni anno 220 kg di rifiuti non riciclabili e annualmente in Italia si spendono circa 6 milioni di euro per smaltire le lettiere minerali non compostabili che, per l’80%, sono importate dalla Spagna a bordo di circa 12.000 tir. È stato calcolato che in Italia sono 1.200.000 i gatti che utilizzano la lettiera e di queste solo il 5% è di tipo vegetale.

Per ridurre l’impatto generato dai nostri animali domestici, dopo la campagna promossa negli scorsi anni dal Comune di Venezia, anche i comuni bolognesi di Casalecchio di Reno, Monte San Pietro, Sasso Marconi e Zola Predosa, in collaborazione con PLA – l’Associazione Europea delle Lettiere Vegetali - hanno lanciato la campagna di comunicazione ambientale “Gatti sostenibili. Impronte ecologiche leggere”, per promuovere l’utilizzo delle lettiere vegetali e compostabili e ridurre il peso dei gatti domestici sull’ambiente.

L’iniziativa, realizzata da La lumaca e Consorzio Concerto (Rete nazionale Achab Group), ha previsto il coinvolgimento dei veterinari e degli uffici comunali per distribuire buoni omaggio che danno il diritto al ritiro gratuito di lettiere vegetali presso i rivenditori aderenti del territorio sino al 30 aprile 2014.
Oltre a ciò è stata fatta una ricca campagna informativa sui vantaggi ambientali assicurati dalla lettiera vegetale: è compostabile e può essere recuperata con la raccolta dell’organico, è prodotta con scarti di orzo, legno o altri materiali biodegradabili spesso locali, non richiede l’estrazione di nuove materie prime, è più sana perché non rilascia polveri e sostanze potenzialmente dannose, è più leggera da trasportare a parità di volume.

Find out on www.gattisostenibili.it

 

 

Continua a leggere
4722

Editoriale di Paolo Silingardi Presidente Achab Group.

Da Rifiutinforma a NoteS, le ragioni di un cambiamento e i contenuti della nuova newsletter di Achab Group sulla sostenibilità.


Ci occupiamo di sostenibilità dal 1999, quando primi in Italia, decidemmo di fare della nostra agenzia una società dedicata solo alla comunicazione ambientale. Una scelta che ci ha permesso in questi 15 anni di maturare, insieme a tanti partner e clienti, una concreta esperienza in tutti i settori della sostenibilità e una presenza, con la rete Achab Group, in tutto il territorio nazionale. Per anni abbiamo curato la newsletter Rifiutinforma, dedicata ai rifiuti, uno dei settori in cui siamo più attivi, parlando di riduzione, compostaggio, start up dei sistemi porta a porta. Oggi abbiamo deciso di cambiare, di trasformare Rifiutinforma in NoteS, un notiziario sulla sostenibilità in cui affrontare a 360 gradi i temi di cui ci occupiamo, quindi non solo rifiuti ma anche energia, mobilità, acqua, partecipazione, sostenibilità.
Non cambia solo la newsletter, ma anche il nostro nuovo sito, che si arricchirà con spazi tematici dedicati ai progetti più significativi. Già oggi sono on line Compostkmzero sul compostaggio collettivo, Efficentri, sulla gestione efficiente delle isole ecologiche, Riapp, l’app sulle raccolte differenziate, Capitan Eco, il Pirata amico dell’ambiente, Ecopunti, per premiare i comportamenti positivi e sostenere il commercio locale, il nostro Green Book sulla sostenibilità ambientale, dove potete vedere alcune delle nostre campagne di comunicazione.
Ovviamente parliamo di noi, dei nostri progetti, ma anche di voi, di ambiente e sostenibilità, con l’impegno di presentare sempre e solo esperienze concrete, buone pratiche, azioni realizzate e testate sul campo, nel solco di una concretezza che ci ha fatto crescere in questi anni, creando occupazione e lavoro, collaborando più come partner che come semplici fornitori con tante aziende, amministrazioni, comunità. Sono più di 800 i progetti presenti nel sito, potrete navigarli tramite uno specifico motore di ricerca, e li aggiorneremo mese per mese.
Speriamo che, come con Rifiutinforma, in tanti ci seguirete in questo progetto. Siamo anche disponibili a divulgare le vostre buone pratiche, con l’obiettivo di diffondere e sostenere un processo collettivo di crescita della qualità ambientale nel nostro paese. Se avete quindi notizie, osservazioni o suggerimenti potete contattare la nostra redazione all’indirizzo notes@achabgroup.it

Buona lettura, con la speranza di essere interessanti e sostenibili.

Continua a leggere