Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Toscana
164

ecoquiz LI

Tecnologia e studenti che si alleano per l'ambiente grazie a EcoQuiz: a Livorno ancora una dimostrazione di quanto ormai non sia più possibile "evitare" il contatto tra ragazzi e nuove tecnologie, ma anzi quanto esso debba essere sfruttato in modo positivo ed incanalato per ottenere nuove opportunità didattiche e metodi diversi di apprendimento.

Si è concluso così, ufficialmente giovedì 31 maggio, con una partecipatissima premiazione, il concorso didattico "Eco Quiz, in missione per il Pianeta", organizzato da Aamps e Comune di Livorno, e rivolto ai ragazzi delle scuole livornesi. L'evento si è tenuto nella Sala Cerimonie del Palazzo Comunale, alla presenza del direttore generale di Aamps, Paola Petrone, e dall'assessore comunale all'Ambiente, Giuseppe Vece.

Tommaso Antonini della 2a BPA del Liceo Cecioni e Tommaso Cafferata della 2a B della Micali, rispettivamente per le categorie "Scuola secondaria di 2° grado" e "Scuola secondaria di 1° grado", si sono aggiudicati il primo premio in palio. Per entrambi un nuovissimo tablet di ultima generazione firmato Samsung. Attestati di riconoscimento per i secondi e terzi classificati nelle rispettive categorie: Francesco Fraca (1a CLA Istituto Colombo) e Lorenzo Occhetto Giorgi (2a BPA Liceo Cecioni) per le superiori e Gessica Sacaj (1a B Micali) e Christian Panciatici (2° B Micali) per le medie. Un premio in denaro del valore di 250 euro, simboleggiato da un simpatico eco-assegno, è stato vinto dal liceo Cecioni e dalla scuola secondaria di primo grado Micali, per aver ottenuto il punteggio più alto complessivo tra tutti i loro studenti in gara.

"Eco Quiz, in missione per il Pianeta" ha coinvolto oltre 100 alunni di 13 classi di alcuni degli istituti secondari di Livorno. Da inizio aprile fino al 9 maggio, i ragazzi hanno risposto a una serie di domande online su vari argomenti di natura ambientale, in una sorta di sfida digitale per mettere a dura prova la sensibilità ecologica dei più giovani: biodiversità agricola, qualità dell'aria, mobilità, energie rinnovabili, smaltimento rifiuti ed eco-sostenibilità sono stati gli argomenti su cui si sono confrontati gli studenti per circa un mese cercando di raggiungere il punteggio più alto per ogni tematica. I risultati sono stati sorprendenti: quasi 6 milioni di punti complessivamente accumulati e più di 7000 partite giocate, con una media di 74 per ogni giocatore. Il record di punti del vincitore assoluto in una sola partita è di 6632 punti.

Visto il successo di questa edizione, che ha visto una partecipazione più alta rispetto alla media delle città in cui si è svolta l'iniziativa, EcoQuiz verrà replicato il prossimo anno scolastico. Inoltre a settembre partirà un altro progetto, "Capitan Eco", rivolto anche alle scuole elementari.

"Siamo molto soddisfatti della risposta degli studenti di Livorno" – ha dichiarato Paola Petrone, direttore generale di Aamps. "Pensiamo che i più giovani siano il simbolico terreno fertile dove far germogliare la sensibilità ecologica e allo stesso tempo siano anche i migliori portavoce delle istanze ambientali, sia per la nostra città che per il pianeta intero. Il numero dei partecipanti e i risultati ottenuti da ognuno di loro sono la dimostrazione che nelle scuole i temi così importanti come quelli ambientali sono affrontati nella maniera corretta. Del resto, la disponibilità degli istituti coinvolti per partecipare a EcoQuiz è stata immediata, già dai primi incontri di presentazione dell'iniziativa. Siamo sicuri che le buone pratiche che i ragazzi hanno dimostrato di conoscere non si siano limitate solo al completamento del gioco, ma siano per loro un patrimonio acquisito e rappresentino convinzioni importanti da diffondere dentro e fuori casa".

"Quello di oggi – ha concluso l'assessore comunale all'Ambiente, Giuseppe Veceè un passo avanti determinante per lo sviluppo di una sensibilità ambientale sempre più radicata. Le buone pratiche che sono entrate nel bagaglio culturale di questi cento ragazzi attraverso l'EcoQuiz, potranno facilmente essere trasferite all'interno delle famiglie. Questo contribuirà a costruire una catena di Sant'Antonio virtuosa capace di moltiplicare il numero di cittadini educati alle buone pratiche e alla sostenibilità ambientale. Non è il primo progetto di educazione ambientale che viene messo in campo da questa amministrazione e non potrebbe essere altrimenti: questa è infatti la sfida del nostro tempo".

Continua a leggere
1743
Ascitcustomer
 
Ascit Spa, l’azienda che gestisce i servizi di igiene urbana in parte dell’area lucchese (comuni di Altopascio, Capannori, Montecarlo, Pescaglia, Porcari e Villa Basilica) lancia una importante iniziativa di customer satisfaction al fine di intraprendere un forte percorso di rinnovamento e creare più partecipazione attiva da parte degli utenti finali.
 
Un passo importante all’interno della politica di innovazione e miglioramento che ASCIT mette in capo è rappresentato quindi da questa attenta indagine che vuole portare ad ottenere indicazioni precise, di natura operativa, sul livello di soddisfazione degli utenti riguardo a ciò che Ascit esegue sul territorio. 
 
Il tutto attraverso dei questionari che saranno somministrati in più modi: grazie a indagini telefoniche, in versione on-line sul sito www.ascit.it oppure in forma cartacea presso le isole ecologiche e gli sportelli al pubblico di Ascit e delle Amministrazioni interessate.
Ogni questionario sarà redatto in forma anonima, e si richiederà di dare una valutazione su una scala di gradimento da 1 a 5 riguardo al ventaglio dei servizi erogati. 
Le informazioni che verranno raccolte, una volte organizzate e classificate, permetteranno così all’azienda di valutare la rispondenza tra il livello di qualità percepito e quello atteso sia in relazione a ciascun fattore di qualità del servizio che nel suo complesso.
 
ASCIT intende portare con questo primo passo la percezione dell’utente all’interno dell’azienda, per ripensare anche la stessa gestione del proprio lavoro in modo coerente con le opinioni e i criteri di valutazione dei cittadini.
Continua a leggere
2049

Schermata_2016-03-24_alle_11.23.27.png

La corsa verso l’uniformità di servizio di raccolta rifiuti sta procedendo senza sosta nel comune di Prato.

 

ASM infatti si prepara per concludere il piano che porterà entro la fine del 2016 ad avere tutto il territorio comunale coperto dalla raccolta “porta a porta”. Si tratta di un dato importante, Prato, seconda città toscana per numero di abitanti, vedrà sparire gli ultimi cassonetti stradali, salvo la campana verde per il conferimento del vetro, in tutto il comune e quindi nell’intera provincia.

 

In questi giorni si sta procedendo alla consegna dei contenitori nella prima delle 4 zone previste dalle attivazioni 2016 che porteranno così al completamento della città e alla chiusura del cerchio.

 

ASM, oltre alle attivazioni del nuovo sistema, guarda avanti anche rivedendo e aggiornando i servizi presso le zone già servite da raccolta domiciliare: dopo aver introdotto lo scorso anno le campane per la raccolta monomateriale del vetro, come disposto nella Delibera della Regione Toscana n° 1049 del 6/12/2010, nelle zone a nord e ad est della città, si propone adesso di portare la stessa raccolta a tutte le attività di ristorazione del centro storico di Prato.

 

In quella specifica area la raccolta “porta a porta” è cominciata ormai da molti anni, primo passo dei tanti che ASM ha fatto verso tale direzione nel comune di Prato. Le utenze commerciali coinvolte verranno adeguatamente informate.

 

Continua a leggere
2219
Viareggio verso Rifiuti Zero"Viareggio verso rifiuti zero". Si terrà sabato 19 dicembre al cinema Centrale, dalle 11 alle 13, il convegno organizzato da Sea Ambiente e Comune di Viareggio per parlare delle strategie sui rifiuti grazie al contributo di Francesco Iacotucci, amministratore unico di ASIA Napoli, la più grande azienda del Sud Italia che offre servizi di pubblica utilità nel settore igiene ambientale, e del sindaco Giorgio Del Ghingaro.
 
A dare inizio ai lavori sarà il saluto del presidente del Consiglio comunale di Viareggio, Paola Gifuni. Seguirà poi l’intervento di Iacotucci su “Il porta a porta nel centro storico di Napoli: riqualificazione dell’area UNESCO attraverso un moderno sistema di raccolta domiciliare”
Il sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro, parlerà di “Strategie per la riduzione dei rifiuti: l’esperienza di Rifiuti Zero e i progetti da attuare nel comune di Viareggio”.
Moderatore sarà Paolo Silingardi, presidente di Achab Group ed esperto di comunicazione ambientale.
 
Iacotucci, laurea in Ingegneria alla Federico II e dottorato di ricerca in “Conversione dell’energia elettrica” alla Seconda Università di Napoli, ha lavorato appunto in ambito di ricerca e dal luglio 2015 è amministratore unico di ASIA.
 
ASIA Napoli S.p.A. (Azienda servizi igiene ambientale), è nata nel giugno del 1999 come Azienda Speciale per la gestione unitaria del servizio pubblico di igiene urbana del Comune di Napoli. Successivamente ASIA Napoli è stata trasformata in Società per Azioni (S.p.A), con unico socio il Comune di Napoli. L’azienda ha avviato, nel corso degli anni, un processo di riorganizzazione del servizio che ha comportato la suddivisione del territorio cittadino in tre aree operative (area Nord, area Est e area Ovest), ulteriormente suddivise in tre o quattro distretti operativi, per un totale di 10 distretti coincidenti territorialmente con le 10 Municipalità del Comune di Napoli. All'interno delle strutture territoriali si concentrano tutte le principali prestazioni erogate: spazzamento e lavaggio delle strade, diserbo del manto stradale, raccolta dei rifiuti non riciclabili, passaggio dei mezzi per la raccolta differenziata e svuotamento dei cestini stradali, servizi speciali in occasione di manifestazioni o eventi pubblici su richiesta del Comune di Napoli. 
 
Oggi ASIA Napoli è la più grande azienda di servizi di pubblica utilità nel settore igiene ambientale dell'intero meridione d'Italia: con oltre 2.200 dipendenti serve un bacino di utenza di oltre 1 milione di cittadini su una superficie di 117,27 kmq.
 
Continua a leggere
2215
ecoroadonEcomondo 2015 è un campionario delle più avanzate politiche e tecnologie per la mobilità sostenibile. Nel panorama nazionale il progetto “Eco road on” di Cascina e Pontedera in provincia di Pisa merita un’attenzione particolare.
Il nuovo servizio prevede:
1. Car-sharing elettrico: un sistema di trasporto alternativo al mezzo privato, nel pieno rispetto dell’ambiente, grazie al noleggio di veicoli elettrici a basso impatto ambientale.
2. Bike-sharing a pedalata assistita, con nuove biciclette elettriche e nuove postazioni, per muoversi sul territorio anche su due ruote.
3. Cargo-sharing elettrico e cioè furgoni elettrici, per caricare e trasportare comodamente e senza inquinare.
 
Si può accedere alla app tramite il sito ecoroadon.it oppure direttamente tramite qr code.
Dei punti bonus vengono accumulati dagli utenti ogni qualvolta mettono in carica il veicolo utilizzando la carta carburante presente in ciascuna auto, e si traducono in minuti gratuiti di utilizzo del mezzo. Effettuare la ricarica rappresenta la vera azione di condivisione, garantendo agli utenti successivi la possibilità di trovare la vettura carica e dunque di utilizzare il servizio.
Continua a leggere
2852
pap pratoL’attività di ASM Prato, relativa all’attivazione del territorio gestito alla raccolta differenziata porta a porta è continua e costante. Dopo aver introdotto al nuovo sistema tutti i comuni della provincia di Prato, l'estensione della raccolta porta a porta si sta concentrando proprio nel capoluogo, dove sono già stati “battezzati” al nuovo corso circa 120.000 abitanti, e dove saranno aggiunti poi, entro dicembre 2016, tutti i restanti 70 mila della città
 
Sta infatti prendendo il via la nuova attivazione relativa alla macroarea di Ciliani, che conta circa 4.300 famiglie per 11 mila abitanti. In questi giorni ASM, in collaborazione con Achab Group, sta distribuendo i nuovi kit per la raccolta differenziata, il calendario dei ritiri e i depliant informativi su come si differenziano i rifiuti.
 
Dopo la pausa estiva riprenderanno i lavori per trasformare in domiciliare l’attuale sistema stradale anche nelle macroaree di Campaccio e di Mezzana entro il 2015. Sono previste inoltre tra marzo e dicembre 2016 le attivazioni delle restanti macroaree Zarini, Soccorso, San Paolo, Macrolotto 0 e Galcianese
 
Un sistema di raccolta dei rifiuti unificato, oltre ad evidenti vantaggi in termini di ottimizzazione ed omogeinizzazione dei servizi, consentirà di ottenere un aumento dei numeri per la raccolta differenziata: infatti, su tutte le aree già attive la media si attesta attorno al 70%!
 
Per tutte le info sul sistema porta a porta a Prato e provincia clicca qui!
Continua a leggere
3118

ecoroadon

Achab Group ha curato la comunicazione del progetto di Car, Bike e Cargo sharing elettrico a Cascina e Pontedera in provincia di Pisa, ovvero un servizio di veicoli condivisi per muoversi sul territorio con mezzi elettrici sostenibili.

 

Tale progetto, denominato “Eco road on”, partito in via sperimentale nei due comuni toscani (75 mila abitanti in tutto) e lanciato il 18 Giugno con vari momenti pubblici, si inserisce nell’ambito degli interventi all’interno del POR CReO della Regione Toscana finalizzati alla realizzazione di infrastrutture elettriche con punti di ricarica nelle aree urbane dell’asse Tosco-Romagnola ed altri interventi di mobilità sostenibile, in collaborazione con SIAT e Greengo. Di cosa si tratta nello specifico?

 

 

1. Car-sharing elettrico: un sistema di trasporto alternativo al mezzo privato, nel pieno rispetto dell’ambiente, grazie al noleggio di veicoli elettrici a basso impatto ambientale.

2. Bike-sharing a pedalata assistita, con nuove biciclette elettriche e nuove postazioni, per muoversi sul territorio anche su due ruote.

3. Cargo-sharing elettrico e cioè furgoni elettrici, per caricare e trasportare comodamente e senza inquinare.

Eco road on, attraverso il triplice sistema di car-bike-cargo sharing, offre quindi un servizio adatto alle molteplici esigenze dei cittadini che, aderendo al servizio, hanno a disposizione una flotta di mezzi elettrici di ogni tipo.

L’adesione al servizio, che può essere di tipo individuale o aziendale, avviene tramite iscrizione presso i front office abilitati; qui l’utente riceverà una tessera di abbonamento e username e password per poter accedere ai servizi. Per l’iscrizione è richiesta una cauzione di 100 euro (da versare in contanti o con carta di credito), che verrà restituita in qualunque momento si vorrà abbandonare il servizio.

 

Per accedere a car-sharing e cargo-sharing sarà possibile utilizzare una app, che serve a prenotare la vettura e successivamente ad effettuare le varie operazioni connesse all’apertura, al funzionamento del veicolo e alla riconsegna dello stesso al termine del servizio. Si può accedere alla app tramite il sito ecoroadon.it oppure direttamente tramite qr code.

Il sistema di bike-sharing invece funzionerà con la tessera ricevuta al momento dell’iscrizione.

 

Infine il sistema premiante per il car-sharing: dei bonus vengono accumulati dagli utenti ogni qualvolta mettono in carica il veicolo utilizzando la carta carburante presente in ciascuna auto, e si traducono in minuti gratuiti di utilizzo del mezzo. Effettuare la ricarica rappresenta la vera azione di condivisione, garantendo agli utenti successivi la possibilità di trovare la vettura carica e dunque di utilizzare il servizio.

 

Tutte le info su www.ecoroadon.it - info@ecoroadon.it - n.verde 800 93 11 33

 

 

Continua a leggere
2732

Attivato il "porta a porta" sull'intero Comune

QuarrataDopo un mailing capillare dedicato sia alle famiglie che alle utenze non domestiche, una campagna di visibilità sul territorio, 11 incontri pubblici con la popolazione e una fase di distribuzione dei nuovi contenitori (tutte attività svolte in collaborazione Achab Group), è arrivato per i 25.000 abitanti della Città di Quarrata il nuovo sistema di raccolta domiciliare organizzato con contenitori riservati a ciascuna utenza.

Il nuovo sistema si configura come strumento fondamentale per raggiungere gli obiettivi minimi fissati dalla programmazione interprovinciale, ovvero il 65 % di raccolta differenziata dei rifiuti urbani entro il 31 dicembre 2015 e come servizio che faciliti il compito differenziare i rifiuti in rapporto alla morfologia del territorio, alla densità di popolazione ed alle differenti tipologie di utenze presenti (domestiche, commerciali e di servizio, produttive) mantenendo un equilibrio economico tra i costi ed i ricavi nel rispetto dei piani finanziari, obiettivi questi condivisi anche da CIS l'azienda che effettua il servizio di raccolta.

Le raccolte domiciliari sono state attivate per tutte le frazioni merceologiche: frazione organica, multimateriale leggero plastica - lattine - cartoni per bevande, vetro, carta-cartone e, infine, residuo secco non riciclabile.

Tutte le istruzioni per effettuare correttamente la raccolta differenziata sono stata comunicate agli utenti tramite un ricco carnet di materiali informativi, per ulterio dubbi o chiarimenti è comunque possibile rivolgersi all'azienda CIS Tel. 0573 4431 info@cis.pt.it.

 

 

 

Continua a leggere
3842

Con Lupo Alberto parte l’estensione della raccolta a tutta la Città

b2ap3_thumbnail_ASM_Prato.jpgASM Prato ha una esperienza consolidata nei servizi porta a porta, avviati negli ultimi 3 anni su tutti ci Comuni della Provincia di Prato e su parte della città. Il confronto tra i due sistemi, stradale e porta a porta, su due bacini significativi, di circa 140.000 abitanti ognuno, ha convinto il territorio e l’azienda ha fare una scelta precisa.
La scelta è stata pianificare l’estensione del servizio porta a porta con un programma di lavoro che, in due anni, porterà all’eliminazione dei cassonetti stradali su tutta la Provincia di Prato. Achab Group curerà tutta la fase di contatto con l’utenza, distribuzione dei kit, educazione e informazione, contatti con le utenze non domestiche e visite ai condomini. La campagna informativa prevederà anche mailing, incontri pubblici e azioni didattiche nelle scuole. Storico partner nella comunicazione di ambientale di Prato è Silver, che con Lupo Alberto, Marta e Enrico la Talpa sono testimonial del progetto e protagonisti di una efficace serie di vignette ambientali.

 

 

Continua a leggere