Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi

Paolo Silingardi

Paolo Silingardi non ha ancora inserito la sua biografia

711

pievedicento

Scadrà il 21 agosto l'opportunità per tutti gli Istituti Scolastici pubblici di ogni ordine e grado e gli Istituti Universitari, del Friuli Venezia Giulia, di poter ottenere contributi fino a 30.000 euro per l'installazione di compostatori elettromeccanici adibiti all'auto-smaltimento dei rifiuti organici derivanti da mense scolastiche con un minimo di 150 pasti serviti giornalmente.

Un'opportunità, quello dello smaltimento autonomo dell'umido in mense scolastiche, che il composter elettromeccanico Big Hanna, modello T120 sta facendo sfruttare dal 2012 in altre regioni. Presso il Centro Produzione Pasti della Scuola Materna nel Comune di Pieve di Cento (BO) infatti, il macchinario è stato acquistato dal Comune con l'importante finanziamento ottenuto da ATO Bologna, Autorità d'ambito della Provincia di Bologna e dei suoi 60 Comuni, che si occupa di monitoraggio e controllo delle risorse idriche e dei rifiuti solidi urbani. La Big Hanna T120, nel caso specifico, si trova anche in un'area di elevatissima visibilità e fruizione da parte dell'utenza cittadina, nelle immediate vicinanze di un parco pubblico, del distributore di latte alla spina e della casa dell'acqua pubblica refrigerata e gassata.

Il servizio di ristorazione è affidato a terzi mentre il caricamento e la manutenzione del composter sono affidati ad un operatore comunale che vi dedica circa 30 minuti al giorno per 5 gg alla settimana. Il numero di pasti prodotti è di circa 1000 al giorno distribuiti tra quelli della Scuola Materna, quelli della Scuola Primaria, quelli per l'assistenza domiciliare, le case Residenze Anziani e i Centri Diurni dell'Asp Galuppi-Ramponi di Pieve di Cento e San giorgio di Piano. Il composter tratta circa 70 kg di scarti organici al giorno per 5 giorni alla settimana. La capacità di trattamento è di 30 tonnellate all'anno di scarti organici di cucina e giardino, con un quantitativo di compost prodotto stimato annuale di circa 4,5 tonnellate (con una riduzione del 85% del peso e volume del materiale in ingresso).

Il progetto si poneva (e si pone ancora oggi) come obiettivo la realizzazione di un ciclo chiuso e virtuoso di gestione degli scarti organici del servizio di ristorazione con l'utilizzo del compost prodotto nei confini del sito stesso, destinandolo alla manutenzione e gestione delle aree verdi ed agli orti comunali.

Il compostatore elettromeccanico Big Hanna è stato installato anche in tre Istituti della Liguria, sempre con la funzione di provvedere allo smaltimento del rifiuto organico prodotto dalle mense e sempre grazie a finanziamenti di enti locali. Anche per gli Istituti Scolastici del Friuli Venezia Giulia, dunque, una chance da non perdere.

Continua a leggere
663

iren stranieri

E' un'attenzione particolare quella che si dedica agli utenti ed ai cittadini in generale nell'ambito della proposta di informazioni sulle regole della raccolta differenziata. Ancor più particolare e caratterizzata dalla ricerca di strumenti e metodi di comunicazione specifici e funzionali è quella diretta ad un ben determinato target, ossia quello degli utenti che non masticano perfettamente l'italiano. 

Alcune inziative sul territorio nazionale ci danno la possibilità di ricordare il tema, in particolar modo prendendo come spunto ciò che sta realizzando Iren. E' in atto da qualche mese infatti, a partire da Torino, un vero e proprio restyling dei materiali informativi sulla raccolta differenziata, dedicati ai cittadini che parlano altre lingue, spesso poco motivati ed in difficoltà rispetto alle regole di gestione quotidiana dei rifiuti.

Primo passo quindi l'adattamento grafico (e aggiornamento dei contenuti) del vecchio opuscolo Amiat "C'è più gusto insieme" (ideato da Achab Group), materiale a carattere principalmente fotografico che fornisce un quadro essenziale d'insieme della raccolta differenziata, risultando però molto esaustivo con traduzioni in ben 6 lingue (arabo, cinese, francese, inglese, spagnolo, rumeno).
Ad integrazione del nuovo libretto la traduzione del classico "Rifiutologo" torinese in 5 lingue (inglese, francese, spagnolo, cinese, arabo): un vero e proprio vocabolario dei rifiuti, tradotto nelle lingue più parlate in città e riportante la corretta destinazione di centinaia di singoli rifiuti... in rigoroso ordine alfabetico.

Ma non finisce qui: anche a Reggio Emilia (per città e provincia) sono in ultimazione gli opuscoli per i cittadini stranieri: il miglioramento di quantità e qualità della raccolta differenziata passa inevitabilmente anche dal saper coinvolgere in modo efficace target diversificati.

Continua a leggere
623

DANIEL CONTACT 3CIT 1classificato

Dopo la positiva esperienza del concorso ECO QUIZ: IN MISSIONE PER IL PIANETA con gli studenti dell'Istituto D'Arzo delle sedi di Montecchio Emilia e di Sant'Ilario, ora si sono sfidati, nell'avvincente gioco a quiz (ideato da Achab Group) sui temi della sostenibilità, gli studenti dell'Istituto Gadda delle sedi di Fornovo di Taro e Langhirano.

L'iniziativa è stata promossa da Iren con il Comune di Fornovo di Taro per stimolare gli studenti sui temi ambientali. Per questo il Comune, presenti il Sindaco Emanuela Grenti, il Vice Sindaco Paolo Valenti, l'Assessore all'Ambiente Alice Venturini, ha ringraziato l'IISS Gadda e si è complimentato con i suoi studenti per aver preso parte all'avvincente sfida dell'Ecoquiz.
Il Sindaco ha sottolineato: "Un plauso a IREN, nuovo partner per la gestione ambientale, che con questa iniziativa ha contribuito ad aumentare la coscienza ambientale dei cittadini, in particolar modo degli studenti che rappresentano il nostro futuro".
Ha partecipato circa il 30% alunni di 35 classi appartenenti a più indirizzi scolastici. I ragazzi si sono misurati con i temi dei rifiuti, della mobilità, dell'energia e dell'ecosostenibilità attraverso un gioco a quiz che si presenta come una app per smartphone. Particolare successo ha avuto l'iniziativa per gli studenti del Liceo Scientifico e di Informatica (quasi uno studente su due ha partecipato) mentre la percentuale di partecipanti tra gli alunni degli altri indirizzi scolastici è stata del 33% per Amministrazione, Finanza e Marketing, 25% per Telecomunicazioni e il 15% per Manutenzione e Assistenza Tecnica.
Uno strumento quindi agile e avvincente, diverso dalle solite modalità utilizzate a scuola, che contiene più di 1000 domande a scelta multipla: chi fa più punti e nel minor tempo possibile vince.
Interessante il dato che, rispetto alla precedente edizione, è aumentata la percentuale di studenti che hanno lanciato almeno una sfida.
Inoltre si è visto un progressivo e netto miglioramento nella qualità delle partite con il passare del tempo trascorso, testimoniando come la app possa essere uno strumento efficace per aumentare la conoscenza di questi temi.

Il vincitore è stato Daniel Contact (3C Informatica) con una rimonta il penultimo giorno di gioco, grazie alla miglior partita assoluta (7.400 punti). Daniel grazie a questo "colpo da maestro" è arrivato al un punteggio finale di ben 445.495 punti, superando così gli altri giocatori che da nelle ultime settimane di gioco avevano guidato con determinazione la classifica: Luca Chiastra (3C informatica) con 440.801 punti, e Gianluca Prisco (5B informatica) con 422.824 punti.
In tutto gli studenti del Gadda di Fornovo hanno giocato 11.999 partite, in media 374 partite al giorno!

Continua a leggere
2021

big_hanna_h.jpg

Ancora 15 giorni per accedere ai finanziamenti a fondo perduto previsti dalla Regione Campania per realizzare impianti di compostaggio a km zero.

Il settore Ambiente della Regione Campania ha pubblicato un’integrazione esplicativa dell’avviso pubblico per la manifestazione d’interesse alla localizzazione di impianti di compostaggio di comunità per chiarire aspetti procedurali e tecnici.

L’integrazione e la manifestazione possono essere scaricate nei link seguenti
Manifestazione
Integrazione

La manifestazione permette ai Comuni interessati di qualificarsi per accedere a finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di impianti di compostaggio per trattare fino a 130 t/anno sia con conferimento diretto degli utenti che per compostare la frazione organica raccolta porta a porta.

Per vedere le soluzioni realizzate da Achab puoi leggere gli articoli dedicati a Big Hanna in questa selezione.

La frazione organica rappresenta il 35% dei rifiuti organici e il 50% dei costi del servizio di igiene urbana. In particolare nei piccoli Comuni l’integrazione tra compostaggio domestico e compostaggio di comunità permette di gestire in modo molto più semplice ed efficace il ciclo integrato dei rifiuti evitando il costo del trasporto di piccole quantità di organico (non stoccabile) verso impianti di trattamento spesso molto distanti. Con Big Hanna il compostaggio a km zero diventa un’opportunità economica e ambientale. Per saperne di più www.compostkmzero.it

Continua a leggere
Taggati su: Achab Group
911

busvinci

SETA (Società Emiliana Trasporti Autofiloviari) lancia una nuova iniziativa per promuovere l'uso dei mezzi pubblici e premiare gli utenti fidelizzati: da febbraio a dicembre 2017, ad ogni viaggio, gli abbonati delle province di Modena e Reggio Emilia possono accumulare punti che si trasformano in buoni sconto, utilizzabili nei negozi Coop Alleanza 3.0, Decathlon e 2Pay.

L'iniziativa è riservata, dunque, agli abbonati mensili ed annuali SETA dei bacini provinciali di Modena e Reggio Emilia. Per partecipare basta registrarsi sul sito www.piubuspiuvinci.it o tramite la app Ecopunti. E' inoltre possibile registrarsi anche presso le biglietterie Seta di Modena (Autostazione), Carpi, Sassuolo, Castelfranco, Vignola, Pavullo, Mirandola e Reggio Emilia, o negli U.R.P. dei Comuni aderenti. Una volta iscritti si accumulano 20 punti per ogni convalida effettuata a bordo dei mezzi Seta; con 200 punti si ha diritto ad un buono sconto da 1 euro, utilizzabile nei negozi aderenti alla campagna promozionale. Gli Ecopunti possono anche essere convertiti in punti socio Coop Alleanza 3.0, punti Decathlon e credito 2Pay. Per essere sempre aggiornati sul proprio punteggio basta consultare il sito web o la app. La rete di negozi aderenti al progetto Ecopunti è in costante espansione: l'elenco completo dei punti vendita sarà sempre disponibile ed aggiornato sul sito web dell'iniziativa.

Inoltre chi effettua almeno 50 convalide nel periodo dal 1 febbraio al 20 maggio ha un'opportunità in più: partecipa ad un grande concorso che mette in palio premi di alta tecnologia, 200 sconti per abbonamenti mensili Seta e 5 pass per il concerto "Vasco Rossi Modena Park" del prossimo 1° luglio. Nel montepremi rientrano, ad esempio, un drone Phantom 4, un computer Macbook, un Iphone ed un Ipad Air2, una smartcam GoPro Hero 5, una Playstation 4 e otto E-book Kindle.
La campagna promozionale "Ecopunti +Bus + Vinci" è realizzata con il patrocinio dei Comuni di Modena e di Reggio Emilia, ed in collaborazione con le rispettive Agenzie per la Mobilità. Partner organizzativo del progetto è la start up Koyn srl di Modena, aderente alla rete nazionale Achab Group. L'ideazione e la realizzazione grafica della campagna stampa e la gestione del concorso a premi sono a cura di La Lumaca soc. coop. Sociale di Modena.

Per Paolo Silingardi, socio fondatore e Presidente di Koyn e di Achab Group: "Ecopunti è un sistema incentivante che innova le tecniche di fidelizzazione per creare comunità condividendo valori. Ecopunti non premia mai la spesa, supera le logiche tradizionali basate sull'assunto "più consumi più ti premio" e coinvolge cittadini, attività economiche ed Enti Locali per costruire percorsi di crescita e sostenibilità. Ecopunti premia i comportamenti positivi dei cittadini e sostiene l'economia locale".

Grande successo nelle prime 3 settimane, già 1.500 iscritti al progetto hanno iniziato ad accumulare Ecopounti, a dimostrazione che premiare i comportamenti positivi è un approccio vincente e può aiutare a costruire una grande comunità.

Continua a leggere
784

sprecozero

Lunedì 27 febbraio 2017 presso l'aula magna della Regione Emilia Romagna dalle ore 10 alle ore 17 in via Aldo Moro 30 a Bologna una giornata di lavoro dedicata al contrasto ad ogni forma di spreco: cibo, energia, acqua, farmaci, rifiuti, mobilità....
 
La giornata prevede diverse sessioni, la prima istituzionale con la presenza del ministro Gianluca Galletti, dell'assessore Regione Paola Gazzolo, del presidente di sprecozero.net Stefano Mazzetti del vice presidente ANCI Matteo Ricci e del co-fondatore di sprecozero.net Andrea Segrè.
 
A seguire la presentazione di diverse case history su come ridurre gli sprechi e workshop formativi sull'economia circolare, bilancio ambientale, sistemi incentivanti, recupero cibi e farmaci e il riuso del software.
 
Tra i workshop Paolo Silingardi, presidente Achab Group, presenterà il sistema Ecopunti per premiare i comportamenti positivi dei cittadini e sostenere l'economia locale attivo in diverse regioni tra cui Lazio, Marche, Veneto, Lombardia e in partenza in Emilia Romagna.
 
 
L'associazione sprecozero.net è una rete nazionale di enti pubblici e amministratori finalizzata alla condivisione, alla promozione e alla diffusione delle migliori iniziative utili nella lotta agli sprechi da parte degli Enti territoriali. 
I soci fondatori sono il Comune di Sasso Marconi (BO) e Last Minute Market, spin-off accademico dell'Università di Bologna, rappresentati rispettivamente dal sindaco Stefano Mazzetti e dal presidente Andrea Segrè. Sull'onda della positiva esperienza della Carta Spreco Zero, promossa da Last Minute Market nell'ambito della Campagna europea Un Anno contro lo Spreco e già sottoscritta da alcune centinaia di amministrazioni italiane per ridurre gli sprechi alimentari, l'obiettivo è rafforzare la promozione della lotta agli sprechi a livello di Enti locali per fare "massa critica" e promuovere istanze e iniziative a livello nazionale ed europeo.

 

Continua a leggere
Taggati su: Achab Group
1330

seborga3

Nell'imperiese, in una regione Liguria che sta ancora vivendo criticità inerenti lo smaltimento dei rifiuti odierni, emerge comunque una realtà virtuosa come il comune di Seborga, 320 abitanti, capaci di raggiungere il 72% di raccolta differenziata nel 2015, crescendo di ben 4 punti rispetto all'anno precedente, confermando una crescente virtuosità dall'avvio dei nuovi servizi nel 2013.

Risultati che fanno del piccolo comune un soggetto d'eccellenza per la gestione complessiva dei rifiuti. La frazione organica (200108) è, infatti, completamente gestita sul territorio comunale utilizzando sia la macchina compostatrice (Big Hanna T120) sia compostiere individuali. Il compostatore elettromeccanico tratta il rifiuto prodotto sul 70% del territorio del comune, per 187 utenze domestiche e 14 non domestiche. Ogni mese sono conferiti mediamente 1.200 kg, con picchi estivi che arrivano a 3.000 kg/mese. Ecco i dati mese per mese del 2016:

  ORGANICO    
2016   200108  
     
Gennaio  898.90 kg  
Febbraio 744,10 kg  
Marzo 825,61 kg  
Aprile 792,84 kg  
Maggio 1.089,00 kg  
Giugno 1.617,46 kg  
Luglio 3.009,86 kg  
Agosto 1.627,37 kg  
Settembre 1.182,20 kg  
Ottobre 952,15 kg  
Novembre 888,90 kg  
Dicembre 1.092,80 kg  
     
Totale 14.721,19 kg  

Nella restante parte del territorio comunale (30%) viene invece praticato obbligatoriamente il compostaggio domestico individuale.

La Big Hanna T120 ha accentuato di fatto la vocazione ecologista e di sostenibilità dell'antico Principato di Seborga, tanto che la modalità di compostaggio collettiva ha permesso al comune di azzerare i costi di conferimento dell'organico presso impianti autorizzati, nè avere costi di pretrattamento della frazione residua. Il risultato del compostaggio di comunità, ovvero il compost ottenuto con Big Hanna, è poi utilizzato per la gestione delle aree verdi comunali.

"Siamo molto contenti – commenta il Sindaco Enrico Ilariuzzi - è stato fatto un lavoro attento e minuzioso negli anni, con cui siamo riusciti ad abbassare la tariffazione e a raggiungere risultati importanti in termini di raccolta differenziata".
La dott.sa Ficarra che ha accompagnato il Comune di Seborga nell'intero percorso virtuoso aggiunge, in merito alle verifiche qualitative sul compost prodotto: "Siamo in fase di affidamento. Il campione è stato debitamente prelevato e conservato, ma le difficoltà economiche che gli Enti hanno, in seguito ai continui tagli subiti nello Stato, portano all'ottimizzazione delle risorse. Purtroppo l'assenza di contributi e premialità non aiutano chi come noi ha deciso di fare forti investimenti nella politica di gestione del rifiuto, non solo differenziare è una priorità ma come avviene nel resto d'Europa Seborga punta al recupero ab origine, e l'organico ne è esempio: da rifiuto a risorsa. Seborga è il primo Comune Ligure ad utilizzare una compostiera di comunità; grazie all'implementazione del servizio e alla sostituzione della precedente macchina con la BIG HANNA T120 oggi vanta ottimi risultati".

Seborga però non si ferma: visti i risultati e la tendenza decisamente positiva è già in cantiere l'introduzione della tariffazione puntuale, un altro passo di gestione ambientale sostenibile e friendly per le famiglie residenti.

Continua a leggere
1729
T480-007 SantAgata 100
 
La Regione Puglia, nell'ottica di una politica di adeguamento del ciclo dei rifiuti alla normativa comunitaria, nazionale e regionale riguardante il raggiungimento delle previste percentuali di raccolta differenziata, ha finanziato sui fondi Programma Operativo FESR 2007-2013-PPA dell'asse II - Linea di intervento 2.5, Azione 2.5.1 per il "Potenziamento e ammodernamento delle strutture dedicate alla raccolta differenziata" oltre 15 Comuni che hanno presentato proposte progettuali per realizzare impianti di compostaggio locali di comunità.

Achab Srl si è aggiudicata e ha completato la realizzazione di 7 centri per il compostaggio a km zero, realizzando le opere edili e fornendo le apparecchiature per trattare il loco la frazione organica dei rifiuti organici raccolti porta a porta.
I progetti realizzati riguardano i Comuni di Anzano di Puglia, Sant'Agata di Puglia e Panni nel foggiano e di Ugento, Miggiano, Montesano Salentino e Lizzanello nel leccese - tutti finanziati al 100% dalle Regione Puglia, con un notevole vantaggio economico nella riduzione dei costi di gestione della frazione organica, che incide per il 50% dei costi del servizio igiene urbana.

Il compostaggio locale con le compostiere elettromeccaniche di comunità rappresenta una soluzione ottimale per le piccole comunità. Si tratta di semplici apparecchiature controllate elettronicamente, monitorate via internet, che non producono emissioni inquinanti - emmettono vapore acqueo e anidride carbonica - con un processo completamente naturale e inodore, grazie ad un sistema di biofiltrazione dell'aria di scarico. Dopo il processo aerobico di compostaggio della frazione organica, agevolato dall'apporto di aria e dal rimescolamento della massa, il compost ottenuto viene messo a maturare dentro casse di legno per stabilizzare la componente acida. Una parte del terriccio fertilizzante ottenuto verrà poi ceduto gratuitamente alla cittadinanza per la cura di terreni e giardini, mentre il restante verrà impiegato nella manutenzione del verde pubblico.
 
La popolazione dei Comuni sopra citati varia da un minimo di 800 fino ad un massimo di 12mila abitanti: questi sistemi elettromeccanici di compostaggio consentiranno ai territori più piccoli di essere completamente autosufficienti nella gestione della frazione organica del rifiuto urbano, in modo ecologico e sostenibile, riducendo i costi di trasferimento verso impianti spesso molto distanti e non sempre disponibili.
Tutti i progetti comprendono una parte di vera e propria edilizia, con la costruzione dei siti di installazione, dotati di pavimentazione piana lavabile, allacci elettrici, tettoia di copertura, area di maturazione ed una parte di forniture, oltre alla fornitura dei Composter elettromeccanici di comunità Big Hanna e dei Biofiltri, combinati con un sistema di caricamento temporizzato con vasca dimensionata in base al mezzo di raccolta e coclea aprisacco con sistema di pesatura con celle di carico e rilascio di scontrino.
Ogni impianto può trattare 130 t/anno, sottraendo gli scarti organici al costo di trasporto e trattamento presso impianti industriali di compostaggio troppo distanti, un primo passo per chiudere definitivamente il ciclo dei rifiuti nel luogo stesso di produzione, senza impatti ambientali e applicando i principi dell'economia circolare.
 
Continua a leggere
1024

coinger valle

Si è concluso venerdì scorso, 13 gennaio, in collaborazione con Achab Group e l'Associazione Etica Sviluppo Ambiente Adriano Olivetti, il tour del Professor Luciano Valle, docente di Etica all'Università di Farmacia a Pavia, presso alcuni Istituti Comprensivi dei comuni serviti da Coinger (siamo in provincia di Varese) ovvero Cavaria con Premezzo, Solbiate Arno e Castiglione Olona.

Tali appuntamenti, consistenti in 5 momenti di formazione gratuita sul tema "Etica Ambientale", sono stati rivolti agli insegnanti delle scuole dell'obbligo dei 26 comuni serviti da Coinger, nell'ambito del nuovo progetto di educazione ambientale "A scuola con Coinger".

Filosofo, teologo, autore di numerosi testi sul tema, oltre che docente universitario e presidente del Centro di Etica Ambientale di Bergamo, il Professor Luciano Valle con il suo carisma e il suo approccio frontale ha intrattenuto e aperto le menti dei numerosi insegnanti accorsi in tutti gli appuntamenti, ponendoli di fronte alle nuove sfide dell'insegnamento stesso, proponendo nuovi modelli di interpretazione dell'educazione in genere e di relazione tra uomo e ambiente. Sicuramente un approccio diverso, di livello differente rispetto alle usuali proposte nell'ambito di progetti di educazione ambientale e molto apprezzato dai docenti, con il tema Etica Ambientale che non può che suscitare interesse e riflessioni per chi, nella società odierna, riveste l'importante ruolo di educatore.

I 5 incontri, infine, sono stati l'occasione per illustrare ai docenti il nuovo progetto educativo (a cura di Achab Group) per l'anno 2017, che consiste, in sintesi, nell'offerta di 22 lezioni/laboratori in classe a tema rifiuti e sostenibilità in genere tra cui scegliere, visite ai centri di raccolta di Besnate o Brunello e, soprattutto, grande novità per il territorio, la possibilità per le classi (sia primarie che secondarie di primo grado) di sfidarsi con Ecogame, il gioco on-line a domande personalizzate per il territorio su rifiuti e altre tematiche ambientali.

Clicca qui per tutte le informazioni sul progetto "A scuola con Coinger" e per scoprire il catalogo dell'offerta formativa ed il sito internet di progetto.

Continua a leggere
1156
calendari-2017 
Quando passa la plastica a Somma Lombardo (VA)? Quando posso esporre l’umido ad Aosta? E il secco indifferenziato a Osoppo (UD)? Devo smaltire un ingombrante a Prato. Che orari ha il centro di raccolta ad Arzachena (SS)? Come posso scaricare la app per la raccolta rifiuti a Beinasco (TO)? Il QR code sul calendario di Portogruaro (VE) dove mi porta?
 
Il calendario cartaceo della raccolta rifiuti è uno strumento che non tramonta mai. Un modo per aggiornare i cittadini sui servizi, sulle novità, per ricordare tutte le informazioni sulla raccolta differenziata ed i giorni di raccolta. Per entrare nelle case di tutti in modo discreto ma autorevole. Ed è sempre pronto ad adattarsi alle innovazioni oppure a diventare semplice veicolo di altri strumenti di comunicazione. Un esempio? Attraverso un semplice QR code stampato si possono lanciare video sulla qualità della raccolta (come quelli prodotti da Achab Group)! L’alleanza carta-nuove tecnologie passa anche da semplici accorgimenti come questo e può essere riproposta su ogni tipo di materiale classico, appunto, cartaceo.
 
I calendari della raccolta differenziata, (porta a porta o altri sistemi), permangono, in ogni caso, un appuntamento a cui in molti non possono e non vogliono rinunciare. Un appuntamento che è diventato una consuetudine per milioni di italiani che se lo ritroveranno nella cassetta delle lettere anche nel 2017.
Achab Group, per l’anno che viene, ha progettato e realizzato calendari per quasi 2 milioni di cittadini, coinvolgendo più di 160 comuni dal nord alle isole, dalle montagne ai mari.
 
Non ci resta quindi che augurare una buona raccolta differenziata a tutti, anche per il 2017!
Continua a leggere
950
IrenEcoquizFornovo
Un modo diverso per riflettere sull’ambiente. Questo è il concorso “ECOQUIZ: in missione per il pianeta”, ideato da Achab Group e promosso da Iren insieme al Comune di Fornovo, che da venerdì 18 novembre interessa gli studenti dell’ISS “C.E.Gadda”.
 
ECOQUIZ è, infatti, un gioco a quiz sottoforma di app per smartphone agile e avvincente, che contiene più di 1000 domande a scelta multipla, grazie alle quali i ragazzi possono sfidarsi tra loro e misurare le loro conoscenze rispetto ai temi della sostenibilità ambientale: rifiuti, energia, ecosostenibilità e mobilità. ECOQUIZ è quindi uno strumento molto vicino alla loro realtà quotidiana che, in qualche modo, si contrappone agli strumenti più tradizionali utilizzati a scuola, per parlare di ambiente e anche di rifiuti con una modalità nuova, il gioco a punteggio. Chi fa più punti e nel minor tempo possibile vince.
 
Paolo Valenti, Vice Sindaco di Fornovo, nell’occasione ha sottolineato che “l’Amministrazione tiene molto a questo programma per una necessaria logica di salvaguardia delle risorse. Il Comune di Fornovo spende ogni anno più di un milione di euro per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti (su sei totali). Una ragione in più per comprendere l’importanza di questo tema, perché più si conosce più si risparmia e più salvaguardiamo il nostro pianeta”. Rivolgendosi ai ragazzi ha ricordato la necessità che loro “guardino al futuro con la consapevolezza che occorre mantenere pulito e sano il territorio“Il Vicesindaco ha poi ringraziato Iren per l’impegno preso a favore dell’educazione ambientale.
 
L’Assessore all’Ambiente Alice Venturini ha ricordato la recente esperienza condivisa con alcune classi dell’Istituto Gadda che ha visti coinvolti i ragazzi nella pulizia di una zona del Paese, il Monte della Croce. “Chi ha partecipato ” ha dichiarato l’Assessore “si è reso conto di quanto sia dannoso l’abbandono dei rifiuti, così come la mancanza di qualsiasi forma di rispetto verso l’ambiente. Quella che è stata ripulita è soltanto una piccola zona, ma chissà quante altre parti del nostro territorio sono interessate e gravate da fenomeni di inciviltà di questo genere”. Ha poi invitato i ragazzi a partecipare con vero interesse al gioco presentato “in quanto attraverso un metodo sicuramente a voi più familiare e congeniale, rispetto al classico libro di testo, avrete la possibilità di conoscere cose nuove, di informarvi su questioni importanti legate all’ambiente“. L’Assessore ha sottolineato, infine, che il gioco scadrà proprio in prossimità del Natale ed essendo previsti alcuni premi per i primi tre classificati questo potrebbe essere un buon modo di “farsi un bel regalo”.
 
Il concorso si svolge dal 18 Novembre al 19 Dicembre 2016. Ben 605 gli studenti della sede di Fornovo e di Langhirano potenzialmente coinvolti insieme alle loro famiglie.  Di sicuro interesse i premi messi in palio: un tablet per il primo classificato, due smartphone per il secondo e il terzo. Questa sperimentazione si affianca al cambio di gestore per il servizio alla raccolta differenziata che ha visto il comune di Fornovo di Taro in gestione ad Iren dal 2015.
IREN, ha deciso di impegnarsi ulteriormente in questo progetto a servizio del mondo della scuola. Nel precedente anno scolastico sono stati oltre 13.000 gli studenti coinvolti nel progetto educativo Eduiren nella provincia parmense.
Continua a leggere
859

 

ecomondo

Anche quest'anno a Rimini Ecomondo attirerà migliaia di visitatori ed esperti del settore "green" (e non solo) da tutta Italia ed Europa fino a venerdì 11 Novembre ospitando, tra gli altri eventi, la Quinta edizione degli Stati Generali della Green Economy.

Achab Group sarà presente con la propria postazione (al padiglione B2, stand 003, corsia 1) dedicata al progetto Ecopunti.

Veniteci a trovare!

Continua a leggere
1469
pensa differente A4
 
I 32 comuni della Convenzione di Sesto Calende (in collaborazione con i gestori dei servizi Econord, Aspem, Iseda e Tramonto Antonio srl) continuano nelle attività di implementazione e miglioramento dei servizi in vista dell’obiettivo di aumento delle percentuali di raccolta differenziata sul territorio nonché di implementazione sperimentale di nuovi sistemi di raccolta dei rifiuti con misurazione degli stessi.
 
A tal proposito, è partita con le prime serate pubbliche di presentazione, la nuova campagna “PENSA DIFFERENTE” (in collaborazione con Achab Group) volta ad accompagnare i cittadini di 13 comuni (Bardello, Bregano, Besozzo, Cocquio Trevisago, Ispra, Leggiuno, Malgesso, Mercallo, Ranco, Sesto Calende, Somma Lombardo, Taino, Vergiate) al passaggio alla misurazione della raccolta della frazione indifferenziata (“secco”) dal 1° Gennaio 2017. 
 
Dal 3 ottobre, e fino a fine anno, nei 13 comuni quindi sono partite le consegne a domicilio a tutte le utenze dei nuovi sacchi del secco dotati di RFID (Radio Frequency Identification) preannunciate da comunicazioni in ogni comune sulle modalità di consegna e di ritiro per i non presenti a casa. I nuovi sacchi, una volta consegnati, verranno associati alla singola utenza e, tramite rilevamento elettronico, i gestori della raccolta potranno così sapere in tempo reale quanti rifiuti secchi vengono prodotti dalle singole utenze. I sacchi, anche se ricevuti prima della fine dell’anno, dovranno essere utilizzati dal 01/01/2017.
 
Oltre alla nuova fornitura per il secco verranno anche consegnati i sacchi per la raccolta “imballaggi in plastica”, i sacchi compostabili per l’umido, un pieghevole informativo della nuova raccolta del secco, il nuovo contenitore blu per la carta e, molto importante, il calendario di raccolta 2017, in una veste grafica rinnovata rispetto agli anni precedenti. 
Ma non finisce qui: é appena stato stampato anche l’aggiornatissimo “Dizionario dei rifiuti” che verrà anche esso distribuito su tutto il territorio della Convenzione.
Le stesse consegne (e le relative serate pubbliche di presentazione) sono già state avviate negli altri 19 comuni, ovviamente ad eccezione dei sacchi per la frazione secca che in questi comuni non sono dotati di RFID.
 
Sempre attivi infine anche il gazebo itinerante e la infobike della Convenzione, i quali, da Giugno ad oggi hanno girato per ben 26 dei 32 comuni portando con sè informazioni e materiali per tutti i cittadini residenti e per i visitatori del territorio.
 
La Convenzione dei Comuni di Sesto Calende è sempre molto attiva su web e social: il sito (in costruzione) è www.convenzionerifiutisesto.it, mentre sono funzionanti e attivissimi il canale Facebook ed il canale Twitter.
 
Continua a leggere
1748
coopalleanza3.0
 
Achab Group, la rete di comunicazione che dal 1999 promuove progetti su temi ambientali e Coop Allenza 3.0, la Cooperativa di consumo più grande del paese, insieme per premiare i comportamenti virtuosi. Grazie all’accordo Achab e Coop Alleanza 3.0 l’impronta ecologica e i comportamenti ambientali corretti fanno accedere alla “Raccolta Punti 2016” della Cooperativa. 
 
Il meccanismo è semplice: le buone pratiche ambientali, sociali e culturali sono trasformate in punti da utilizzare su tutte le promozioni presenti nel catalogo 2016 di Coop Alleanza 3.0 fruibili in centinaia di punti vendita tra Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Emilia Romagna, Marche e Abruzzo.
5 Ecopunti maturati danno diritto a 1 punto Coop utilizzabile per tutte le iniziative e sconti del catalogo “Raccolta Punti 2016”.
 
Coop Alleanza 3.0 ha a cuore il tema della sostenibilità e dell’efficienza energetica: è infatti impegnata nella riduzione di risorse e costi energetici su tutta la rete di vendita, con investimenti tecnologici che hanno incrementato l’ottimizzazione dei consumi energetici. Il ricorso alle fonti rinnovabili inoltre è molto elevato: un risultato ottenuto anche grazie ai 71 impianti fotovoltaici della rete di vendita che producono il 26% di energia verde sul totale.
 
“Siamo molto soddisfatti dell’accordo con Coop Alleanza 3.0, la più importante cooperativa del paese - dichiara Paolo Silingardi, Presidente Achab - è la conferma che la responsabilità di impresa e le strategie di marketing si possono coniugare con la condivisione di valori sociali, culturali e ambientali del territorio. Ecopunti, grazie alle tecnologie per la Smart City facilita la collaborazione tra le diverse parti sociali, premiando la transizione verso stili di vita più sostenibili e partecipativi”.
 
Gli Ecopunti si maturano dal sito www.ecopunti.it, dall’app Ecopunti, o dalle azioni concrete svolte sul territorio.
 
Ad esempio con il test “Quanta Terra Usi” i cittadini possono verificare la propria impronta ecologica e controllare quanti pianeti servirebbero se tutti avessero lo stesso stile di vita. Mentre il “Test di apprendimento” con oltre 1.000 domande a risposta multipla, premia le competenze delle persone e ripropone casualmente solo le domande sbagliate. 
 
I Comuni possono aderire a Ecopunti e definire azioni tracciate e certificate, premiando la riduzione delle emissioni di CO2, la raccolta differenziata, i conferimenti all’ecocentro, il compostaggio domestico o chi utilizza il trasporto pubblico, il treno e la bicicletta. Inoltre ottiene punti chi fa volontariato, chi dona sangue, chi partecipa ad eventi speciali, chi preleva libri in biblioteca o visita musei e teatro. 
 
Con gli Ecopunti le opportunità di risparmio in Coop Alleanza 3.0 sono diverse: si può risparmiare sulla spesa, accedere a servizi a prezzi esclusivi o sostenere progetti solidali. Con i punti accumulati, Coop Alleanza 3.0 propone sei tipologie di sconti: il 15% sul fresco, il 25% su una spesa di prodotti a marchio Coop, lo sconto 10% o lo sconto 15% su una spesa, lo sconto a valore di 10 euro su una singola spesa e  la possibilità di potenziare lo sconto di un prodotto non alimentare, trasformando lo sconto dal 20 al 25%).
Con i punti è poi possibile acquistare parzialmente o interamente alcuni prodotti presenti sui vari volantini promozionali.
Il catalogo consente inoltre altre occasioni di risparmio grazie a Coopvoce, Librerie Coop, Noi Salute, Coop Online e buoni per skypass e parchi a tema o il sostegno a progetti di solidarietà promossi da Medici Senza Frontiere, Caritas, GVC e Fairtrade.
Continua a leggere
1599

ecoquizIren

Premiazioni e applausi il 4 giugno scorso alla Rocca di Montecchio, per i vincitori del concorso "EcoQuiz in missione per il pianeta", che ha visto per un mese gli studenti dell’Istituto D’Arzo sfidarsi nell'avvincente gioco a quiz sui temi della sostenibilità.

L’iniziativa è stata promossa da Iren insieme al Comune di Montecchio Emilia per sensibilizzare i più giovani sui rifiuti, energia, mobilità ed ecosostenibilità attraverso uno strumento diverso dal solito: un gioco a quiz sottoforma di app per smartphone agile e avvincente, che contiene più di 1000 domande a scelta multipla

EcoQuiz, ideato da Achabgroup, è quindi uno strumento molto vicino alla loro realtà quotidiana che, in qualche modo, si contrappone agli strumenti più tradizionali utilizzati a scuola, per parlare di ambiente e anche di rifiuti con una modalità nuova, il gioco a punteggio. 

Chi fa più punti e nel minor tempo possibile vince. La sfida ha interessato gli studenti dell’Istituto Superiore “D’Arzo” (sede di Montecchio Emilia e di Sant’Ilario) e i risultati testimoniano l’interesse dimostrato dai ragazzi. Hanno partecipato complessivamente 52 classi ed individualmente 261 alunni, totalizzando oltre 21 milioni di punti in 18.733 partite giocate. Significativo anche il dato delle sfide che i ragazzi si sono lanciati fra loro: 692 sfide con 143 giocatori che hanno lanciato almeno una sfida.

Primo classificato tra i ragazzi Luca Gulisano 3DI, che vince un tablet, seguito da Marco Frignani 3AI e da Enrico Brizzi 3AI, vincitori entrambi di uno smartphone. Prima classificata come classe la 3DI che vince un buono di 600 euro per l’acquisto di materiale didattico.

Continua a leggere
2274
CARPOOLING FLOOTTA
 
E' stato siglato un accordo tra Inno.vie ed Achab Group per distribuire in Italia un sistema di carpooling personalizzabile per specifiche destinazioni (enti pubblici, università, grandi imprese, poli di aggregazione di servizi, centri storici) che promuove la condivisione delle auto private fra i dipendenti o utenti di servizi, con l’obiettivo finale di semplificare la mobilità locale
 
Di questo accordo parla proprio Paolo Silingardi, Presidente di Achab: “Nuovi strumenti smart per muoversi in modo intelligente sono la strada vincente per ridurre le emissioni di CO2 e recuperare spazi urbani alleggerendo la pressione del traffico privato; Carpooling Flootta è uno strumento agile, rapido da implementare e personalizzabile sul territorio che si integra con le strategie per la mobilità sostenibile”.
 
L’idea progettuale arriva da Inno.vie, in poco tempo il disegno iniziale matura e prende forma. Nasce quindi Carpooling Flootta, una piattaforma web studiata sulle specifiche realtà locali; un sistema semplice, immediato e fortemente “social” per mettere in relazione persone che accedono regolarmente ad una destinazione comune.
 
Uno strumento Eco&Friendly, per muoversi in modo condiviso, economico e rispettoso dell’ambiente, molto utile per alleggerire il traffico cittadino e ridurre l’occupazione dei posteggi: un servizio di valore a beneficio delle persone che ne usufruiscono. Flootta è una piattaforma mappata LEED e permette l'ottenimento e mantenimento delle certificazioni ambientali come EMAS (Eco-Management and Audit Scheme), ISO, LEED e CSR (Impresa Responsabile). Facendo carpooling si riduce in modo comprovato l'inquinamento acustico e gli agenti inquinanti (CO2, benzolo, PM10). Segnalando il carpooling nella certificazione ISO 14001, l'azienda mostra il suo impegno nella riduzione dell'impatto ambientale.
 
Il prodotto è già stato testato in più realtà come ad esempio: Provincia Autonoma di Trento, Università degli studi di Trento, una trentina di Istituti scolastici, Sistemi Territoriali Spa (PD). Il contratto stipulato con la Provincia di Trento sta dando risultati: in un anno sono stati agganciati 190 utenti che condividono il mezzo, con notevoli risparmi di soldi e inquinamento. Ora l’intenzione è di estendere il servizio a società collegate del territorio, per un bacino potenziale di 7000 utenti. Si tratta di modificare abitudini consolidate ma l’approccio ai consumi sta cambiando rapidamente: non più il mero possesso del bene ma bensì il soddisfacimento di un bisogno attraverso il suo utilizzo condiviso. 
Senza dimenticare gli obiettivi europei: il settore dei trasporti è responsabile di un terzo del consumo energetico globale. E proprio il consumo energetico è il punto dolente nella corsa agli obiettivi 20-20-20 contenuto del cosiddetto "pacchetto clima-energia 20-20-20" varato dall'Unione Europea.
 
Oggi il prodotto è pronto per essere “esportato” nel territorio nazionale: nasce da qui il contratto commerciale siglato con Achab Group, una partnership per far conoscere Carpooling Flootta agli enti pubblici e alle aziende in tutta Italia.
 
Continua a leggere
1371
Fotolia_55390947_Subscription_XXL.jpg
 
Dopo il successo riscosso dalla prima edizione, torna l'appuntamento con “La nuova era dei RAEE”, a Milano, il 4 Maggio 2016 all’Art Hotel Navigli, via Angelo Fumagalli 4 , dalle ore 14.00 alle ore 18.30.
L'evento (leggi qui il programma) ha l'obiettivo di animare un confronto fra i soggetti che hanno un ruolo attivo nel ciclo di vita dei prodotti elettrici e elettronici: dai produttori ai retailer, fino agli utilizzatori, passando per gli attori della filiera distributiva, fino ai Consorzi, Associazioni e agli operatori del riciclo. Questi, dunque, gli attori protagonisti che si confronteranno su temi quali ritiro e smaltimento, riciclo e riuso, RAEE illegali, comunicazione, informazione e ruolo dei cittadini.
 
Giuseppe Miretti, Presidente di Apiraee condividerà l'esperienza positiva di un consorzio rivolto ai produttori di AEE della PMI.
Paolo Silingardi, Presidente di Achab Group parlerà dell'importanza della comunicazione e informazione e del ruolo dei cittadini nella filiera dei RAEE, con la presentazione dell'uso delle nuove tecnologie per la comunicazione ed il coinvolgimento non solo della popolazione adulta ma anche dei giovani.
 
Interverranno inoltre i rappresentanti degli autorevoli partner che patrocinano l'evento: Gabriele Cané, Past President Assoraee; Renato Calì, Segretario Nazionale Adiconsum; Lorenzo Bellachioma, Vicepresidente Nazionale CNA Installazione e Impianti e Presidente A.R.E. Torino; Fabrizio Venturini Direttore Generale Comufficio; Nadia Carbonaro Responsabile Ambiente e Energia Ceced Italia; Mirko Regazzi Presidio Tecnico e Innovazione Direzione Servizi Ambientali Hera Spa; Mara Chilosi Avvocato e Coordinatore CTS Assorecuperi; Paolo Serra Vice Presidente Associazione Reloader Onlus; Stefano Leoni Coordinatore responsabile del settore rifiuti ed efficienza dei materiali Fondazione Sviluppo Sostenibile; Innocenzo Sartor Presidente Naz. Riparatori Confartigianato; Fausto Pesce Supply Chain Manager Unieuro; Piermarco Chiesa Resp.Affari Ambientali Unieuro; Anna Rita Certo, Project Manager LIFE Weeenmodels, Comune di Genova.
 
Co-moderatore dell’evento sarà il direttore di una importante rivista di settore, media partner dell’evento: Graziano Girotti, di Bianco & Bruno. Altri media partner saranno le riviste Alternativa Sostenibile.it e il Corriere del Web.it.
 

Il convegno si svolge grazie alla partnership di:

  • Apiraee, consorzio che sostiene le piccole e medie imprese nell'ottemperare agli obblighi che prevedono un corretto recupero-smaltimento dei RAEE.
  • Achab Group, azienda leader nella comunicazione a tema ambientale e co-curatrice di numerosi progetti fra i quali “Diamo una scossa alla raccolta differenziata” (per Amiat Gruppo Iren) nato per agevolare la raccolta degli R4 a Torino.
  • Euroinformatica-Atlantide, azienda specializzata in software innovativi per il controllo dello smaltimento dei rifiuti.

 

 

Continua a leggere
1608

iren-ecoquiz.jpg

Ai nastri di partenza il gioco “ ECO QUIZ - in missione per il pianeta”: presso l’istituto superiore statale Silvio D’Arzo di Montecchio Emilia, l’iniziativa è stata presentata Martedì 12 Aprile ai rappresentanti delle 61 classi della scuola da Fiorenza Genovese di Iren, dall’Assessore all’ambiente del Comune Daniele Golinelli e dalla Dirigente scolastica Maria Sala.

Il concorso ECO QUIZ: IN MISSIONE PER IL PIANETA (realizzato in collaborazione con Achab Group) si rivolge agli studenti del Silvio D’Arzo (sia per la sede di Montecchio Emilia che per quella di Sant’Ilario d’Enza) e consiste in un gioco a quiz sottoforma di app per smartphone agile e avvincente, che contiene più di 1000 domande a scelta multipla, grazie alle quali i ragazzi possono sfidarsi tra loro e misurare le loro conoscenze rispetto ai temi della sostenibilità ambientale: rifiuti, energia, ecosostenibilità e mobilità. EcoQuiz è quindi uno strumento molto vicino alla loro realtà quotidiana che, in qualche modo, si contrappone agli strumenti più tradizionali utilizzati a scuola, per parlare di ambiente e anche di rifiuti con una modalità nuova, il gioco a punteggio. Chi fa più punti e nel minor tempo possibile vince.

Il concorso si svolgerà dal 18 Aprile al 15 Maggio 2016. Ben 1300 i potenziali studenti coinvolti, provenienti non solo dal territorio reggiano. Di sicuro interesse i premi messi in palio: un tablet per il primo clsssificato, due smartphone per il secondo e il terzo, e, per la classe in testa alla classifica, un buono spesa di 600 Euro per l’acquisto di materiale didattico

L’ “ECO QUIZ” si affianca alla campagna di comunicazione, già realizzata per il comune di Montecchio Emilia in occasione del cambio di servizio di raccolta rifiuti. Da stradale a porta a porta, che ha visto coinvolto i cittadini di Montecchio Emilia dal mese di novembre 2015 e gli studenti con le attività didattiche all’interno delle scuole. L’istituto Silvio d’Arzo ha accolto con piacere l’iniziativa: anche la scuola farà la sua parte organizzandosi per incentivare la raccolta differenziata, grazie anche ai contenitori ed al “rifiutologo” distribuiti da Iren per l’istituto classe per classe.

“Il comune di Montecchio Emilia ha aderito al Patto dei Sindaci nel 2013 - ha sottolineato l’Assessore all’Ambiente Daniele Golinelli - e presentato il proprio piano d'azione per l'energia sostenibile nell'aprile 2015. Fra le azioni più significative del piano figurano le azioni volte a ridurre gli sprechi ed in particolare la modifica del sistema di raccolta dei rifiuti. L'Amministrazione Comunale è convinta che il risultato si ottenga solo attraverso la partecipazione di tutti i cittadini, in particolare informando e coinvolgendo chi rappresenta il futuro della nostra comunità. L'App proposta da Iren per gli studenti delle superiori è senz'altro uno strumento che permetterà di migliorare conoscenza e consapevolezza in una fascia di età della comunità molto importante per il nostro immediato futuro"

“IREN investe nel mondo della scuola - ha sottolineato Fiorenza Genovese referente del progetto educativo EDU-IREN - in quanto l’educazione dei ragazzi di oggi crea i cittadini di domani. C’è più che mai bisogno di informazione per rendere consapevoli le persone dell’impatto ambientale dei propri stili di vita. Per questo IREN, oltre alle attività informative già realizzate sul territorio, ha deciso di impegnarsi ulteriormente in questo progetto a servizio del mondo della scuola. Nell’ultimo anno oltre 27.000 studenti sono stati coinvolti nel progetto educativo EDU-IREN nella provincia reggiana."

Continua a leggere
1949

Villa_San_Giovanni_in_Tuscia.jpg

E’ primavera, le nevi cominciano a sciogliersi, i primi germogli a spuntare, la natura si risveglia e le piante hanno bisogno di compost, niente di meglio che produrlo localmente con Big Hanna.

Dalla Valle D’Aosta alla Sicilia sono 32 le Big Hanna all’opera che daranno il loro contributo alla produzione di compost da scarti organici riducendo le emissioni di CO2 ed evitando il trasporto di scarti organici verso impianti spesso distanti centinaia di chilometri.

Compostare a km zero è la situazione ideale per piccoli e medi comuni lontani da impianti di compostaggio industriale che vogliano attivare un ciclo virtuoso dei rifiuti e che possono, con Big Hanna, gestire facilmente la frazione umida promuovendo il compostaggio domestico e il compostaggio collettivo.

 

Scopri tutte le caratteristiche di Big Hanna su www.compostkmzero.it e … buona primavera!

 

 

Continua a leggere
2157

immagine_app_asvo.jpg

Sarà finalmente disponibile a breve sugli store di Google ed Apple la nuovissima app “100% RICICLO ASVO SPA” della società che gestisce l’igiene urbana negli 11 comuni soci del Portogruarese (Annone Veneto, Caorle, Cinto Caomaggiore, Concordia Sagittaria, Fossalta di Portogruaro, Gruaro, Portogruaro, Pramaggiore, S. Michele al Tagliamento, S. Stino di Livenza e Teglio Veneto), creata in collaborazione con Achab Group e la Fondazione Bruno Kessler.

L'app “100% RICICLO ASVO SPA” ha l’obiettivo di mettere a disposizione degli utenti che hanno dimestichezza con le tecnologie informatiche e della rete più avanzate, un canale di informazione veloce e che fornisce, in tempo reale, notizie aggiornate sui servizi ambientali dell’azienda.

L’applicazione permetterà agli utenti, residenti, turisti, operatori economici e proprietari di seconde case che posseggono uno smartphone, di sapere tutto sulla raccolta differenziata del bacino ASVO in modo semplice, pratico ed ecocompatibile.

100% RICICLO ASVO SPA” è un canale di comunicazione innovativo, è uno strumento informatico aggiornabile nel tempo che contribuirà anche alla diffusione di una immagine istituzionale “smart & green”, propria di una azienda dinamica, che utilizza una comunicazione multicanale e che dialoga con i propri utenti a 360 gradi.

“Per la nostra azienda” - conferma Luca Michelutto Presidente di ASVO SpA - “questa app rappresenta sicuramente un salto di qualità perché migliora e rende più efficace la nostra comunicazione esterna. I nostri utenti attraverso tablet o smartphone potranno scaricare gratuitamente la app – sia da Google Play che da App store - e accedere velocemente da casa, dall’ufficio e da ovunque ci si trovi a tutte le informazioni sui servizi ambientali che ASVO ha in gestione, dal calendario di svuotamento del kit porta a porta al ritiro a domicilio di verde ed ingombranti, dalla distribuzione della scorta gratuita di sacchetti per il secco, la frazione umida e gli imballaggi in plastica e le lattine al calendario di ritiro dei rifiuti pericolosi, ecc.; ricevere inoltre apposite notifiche che ricordano agli utenti il giorno in cui esporre i propri rifiuti a domicilio, oppure leggere le news che sistematicamente Asvo pubblica sia sul proprio portale che sui social”.

Continua a leggere