Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina ne acconsenti all'uso.

Per saperne di piu'

Chiudi
Iscriviti a questa lista tramite RSS Post sul blog taggati in Bicicletta
611

BikeeBike1

Per i 200 anni della bicicletta, gli incubatori tematici di Trentino Sviluppo Polo Meccatronica e Progetto Manifattura hanno deciso di organizzare, all'interno della Notte Verde 2017 di Rovereto, il 27 maggio scorso, un talk-show e una mostra delle startup trentine legate alle due ruote e alla mobilità sostenibile. Un settore che porta occupazione quello della bicicletta, dato che impiega in Europa oltre 10 milioni di persone. Ogni famiglia italiana spende circa il 13,5 % del proprio budget in mobilità, di cui una fetta sempre crescente in nuove forme di mobilità green. Sabato 27 maggio quindi si è svolto l'interessante talk show "La bici: sostenibilità e salute" al quale hanno preso parte esperti di grande livello, tra cui Gianluca Santilli, presidente del nuovo Osservatorio Nazionale Bikeconomy costituitosi a Roma.

«Con questo evento abbiamo voluto mostrare al pubblico le possibilità imprenditoriali legate alla bicicletta, raccontare le imprese che sono cresciute dentro i nostri incubatori e omaggiare il mezzo di trasporto più bello del mondo - spiega Mauro Casotto, della Direzione Operativa di Trentino Sviluppo – ma anche dare un assaggio di quello che si potrà fare, le opportunità di occupazione e di nuova imprenditoria che la mobilità sostenibile offre. Il mondo sta cambiando rapidamente ed innovare, che si tratti dell'offerta ciclo-turistica o di servizi di assistenza e manutenzione per le due ruote, è fondamentale per poter essere leader nel futuro».

La bikeconomy, che oggi nella Provincia di Trento vale 400 milioni di euro tra cicloturismo e startup, è una grande opportunità per il Trentino che anela a diventare una delle grandi bike-region europee, sia nel settore viaggi e turismo, ma anche per innovazione e commercio, vista la presenza di numerose startup negli incubatori di Trentino Sviluppo e tanti nuovi esercizi che stanno nascendo in provincia.

Il 27 maggio scorso quindi una dozzina di imprese di Progetto Manifattura e Polo Meccatronica hanno messo in mostra le proprie invenzioni. Si è potuto conoscere il trolley-carrello per biciclette di Sentier, l'antifurto super-intelligente di KissmyBike, il kit che trasforma la vostra bici in un bikesharing elettrico di Lock&Charge, il kit per modificare qualsiasi ciclo in una e-bike di BikeeBike. Spazio anche alla mobilità sostenibile con i software per la ricarica delle auto elettriche di Evway, la barca ad energia solare di Garda Solar, le app di SiWeGo (l'Uber per il trasporto pacchi) e OpenMove, la biglietteria online integrata e tante altre novità e imprese!

 

Continua a leggere
2136
velibLiberté, égalité… durabilité! Arriva dalla Francia una importante novità sul tema mobilità sostenibile. Pare infatti che il Ministro dell’Ecologia Royal abbia tutta l’intenzione di introdurre un nuovo incentivo per chi va al lavoro in bicicletta, con un’indennità di 25 centesimi al km per chi, lavoratore dipendente, sceglierà le due ruote per il tragitto casa-lavoro
 
Ancora da definire con certezza i meccanismi: pare che saranno direttamente le aziende (in cambio di sgravi fiscali equiparabili) a finanziare l’indennità direttamente in busta paga al dipendente e che, per il momento, non vi sarà alcuna imposizione, ma saranno le aziende stesse a scegliere se aderire liberamente.
 
Quello che è certo invece è che nel 2014 già fu intentata una sperimentazione delle stesse misure e ci furono risultati incoraggianti. In Belgio, inoltre, questo meccanismo normativo esiste già e chi opta per la "vélo” riceve 22 centesimi a km di indennità. 
In ogni caso la proposta francese profuma molto di verde e rilancia il ruolo di capofila della Francia per la promozione del trasporto a due ruote. Non solo per il Tour de France… e per tutte gli incentivi e aggiustamenti che governo francese e municipalità operano per promuovere l’uso della bici, ma anche e soprattutto per il fatto che fu proprio Parigi (seguendo Lione) la prima capitale ad adottare il moderno bike-sharing, servizio ormai copiato da tutti gli altri grandi centri europei (e non solo), con ben 270 mila utenti.
Continua a leggere
3016

L’articolato progetto prevede una serie d’iniziative a sostegno di stili di vita sostenibili

 

Biciclima IGL

Il Comune di Iglesias (CI) ingrana una nuova marcia in direzione sostenibilità: esercenti "bike friendly", sportello mobilità presso la sede del Comune e concorsi didattici per i ragazzi delle scuole. Impegni concreti e continuativi su cui il Comune ha investito attraverso il progetto Biciciclima, curato da Achab Group.

Il nome stesso indentifica la finalità di questo complesso di azioni di sensibilizzazione: mettere in relazione le scelte di mobilità con i loro impatti ambientali, attraverso il riferimento alle emissioni di gas climalteranti in atmosfera e al protocollo di Kyoto rinnovato a Durban nel 2011.
Ma come impegnarsi concretamente per questo ambizioso obiettivo?
Per promuovere una mobilità consapevole il progetto prevede da un lato la creazione di un substrato culturale favorevole nella popolazione, attraverso la formazione ed il coinvolgimento attivo di cittadini, scuole e dipendenti dell’Amministrazione; dall’altro si lega alla realizzazione di interventi infrastrutturali che assecondino e rafforzino la richiesta di mobilità pulita e a basso impatto ambientale (p.e. sistema di bike sharing).

L’attenzione al cambiamento di stili di vita e al supporto di nuove modalità organizzative per gli spostamenti quotidiani emerge con l’attivazione di uno sportello mobilità che, a partire dal prossimo mese di aprile, sarà aperto presso il Comune col fine di garantire una effettiva fruizione dei servizi di trasporto pubblico esistenti e programmati, valorizzando l’investimento materiale con un’adeguata strategia di promozione e messa a regime.
E non è tutto, il concetto di mobilità sostenibile sarà il meccanismo premiante del protocollo d’intesa fra commercianti ed amministrazione “Mobilità conveniente” dove coloro che si muoveranno per i loro acquisti in maniera sostenibile, potranno fruire di una simbolica agevolazione concordata con le attività che nei prossimi mesi decideranno di aderire all’iniziativa.
Senza dimenticare, infine, che il motore del vero cambiamento saranno gli adulti di domani: i concorsi d’arte creativa Biciclima coinvolgeranno i ragazzi delle scuole per promuovere uno o più servizi per la mobilità sostenibile offerti dal Comune. Chi va in bici, trova più amici!

E poi un gadget per tutti: scaricate il segnalibro righello di Biciclima!

 

Continua a leggere
2471

Nel secondo week-end di maggio la festosa pedalata per città sempre più a misura dei ciclisti e dei piccoli

 

Logo BBB FIAB 15edizione

"Insieme per una città più sicura e più bella": con questo slogan Bimbimbici festeggia quest'anno la sua 15^ edizione. La manifestazione nazionale, ideata e promossa da FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta e patrocinata, tra gli altri, da Ministero dell'Ambiente, CONI, Confindustria-ANCMA e Euromobility, coinvolge ogni anno, a maggio, migliaia di bambini, ragazzi e famiglie in una festosa pedalata per le vie cittadine per portare all'attenzione della collettività e delle istituzioni la necessità di creare zone accessibili per una maggiore vivibilità - e bellezza - dei centri urbani e per città sempre più a misura di ciclista, specie se si tratta di bambini.
Bimbimbici ha raccolto, anno dopo anno, un entusiasmo e una partecipazione sempre maggiori e dalle 37 città aderenti della prima edizione è arrivata a un totale di 250 città e oltre 70.000 iscritti all'ultimo evento del 2013.

La raccolta per le adesioni 2014 è aperta ed in piena attività, per quest’anno poi le prime 50 domande di adesione provenienti da città che non hanno MAI aderito a Bimbimbici riceveranno il materiale compreso nel PROFILO MINI in modo completamente gratuito. Le Città interessate ad aderire possono iscriversi direttamente on-line sul sito ufficiale della manifestazione.

L’appuntamento per 15^ edizione di Bimbimbici è nel week-end del 10/11 maggio, pedalerà fianco a fianco con i bambini e le famiglie partecipanti anche Filippa Lagerbäck che per il quarto anno consecutivo è la madrina della manifestazione.

Per maggiori informazioni sull'iniziativa e per il calendario dettagliato delle città aderenti: www.bimbimbici.it - www.fiab-onlus.it

Comunicato stampa FIAB

Continua a leggere
3504

Un impegno da tradurre in azioni concrete per tutti: amministrazioni e famiglie

7

Il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e le regioni del Nord (Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Veneto, Valle d’Aosta e Friuli Venezia Giulia insieme con le Province autonome di Trento e Bolzano) hanno firmato poche settimane fa a Milano l’accordo di programma per coordinare le misure anti-inquinamento nel bacino padano.
L’accordo, frutto di un confronto con le autonomie locali contiene misure di breve, medio e lungo periodo da attuare in modo omogeneo nell’intero Bacino padano che riguardano i settori maggiormente responsabili delle emissioni inquinanti in atmosfera. Tali misure hanno un impatto sulla produzione, sui trasporti, sull’edilizia, sulle scelte urbane, sull’utilizzo del riscaldamento e quindi sulla vita delle famiglie e delle imprese.
“Tutti gli inquinanti – ha osservato in Ministro – vengono considerati problemi da affrontare e risolvere con strumenti adeguati. Ora nessuno si può chiamare fuori. La firma dei ministeri e l’impegno degli assessorati riconoscono che bisogna muoversi su tutti i fronti”.
Molti Comuni in Italia si stanno quindi  impegnando per migliorare la qualità dell'aria e rendere possibile una mobilità più sostenibile di affrontare gli spostamenti brevi.
Fiab onlus in collaborazione con Achab group propongono a tutte queste realtà di partecipare a Bimbimbici 2014, come segno dell'impegno per una mobilità alternativa ed efficace, che tenga conto le necessità di tutti, anche dei bambini.

Continua a leggere
2846

Uno studio europeo afferma che il 51% del trasporto merci potrebbe avvenire in bicicletta

Cyclelogistics è un progetto promosso dall’Unione Europea al fine di definire, attraverso l’uso molteplici strumenti d’indagine socio-economica, quali siano i possibili scenari di mobilità sostenibile nelle grandi città europee. Con l’obiettivo di creare una rete di aziende interessate al trasporto merci in bicicletta, è stato condotto uno studio specifico dagli esiti che alcuni potranno definire sorprendenti.
Nei 322 centri urbani coinvolti emerge, infatti, che il 51% dei trasporti potrebbe essere fatto in bicicletta. Il dato è calcolato sulla base di un peso del materiale che non superi i 200 chilogrammi e per una distanza inferiore a 7 chilometri per le biciclette a pedalata assistita e a 5 per quelle normali.
I potenziali vantaggi di un trasporto merci gestito in gran parte “a pedali” non si fermano però al miglioramento della qualità dell’aria, specie nelle zone a forte valenza commerciale, ma hanno un intrinseco valore di efficienza che emerge proprio nelle zone con una rete stradale più fitta e quindi meno adatta al traffico di grandi mezzi, come ad esempio i centri storici. Non dimentichiamo, infine, l’assoluta flessibilità in fatto di parcheggio.
Se pensiamo, però, che il 22% degli spostamenti urbani sono effettuati dai cittadini per esigenze di shopping o loisir possiamo affermare che con un cambiamento di abitudini quotidiane ciascun cittadino può dare concretamente un contributo ad una mobilità più sostenibile nella propria città. D’altra parte, solo il 6% degli spostamenti per acquisti richiederebbe il reale bisogno di un’automobile privata.

Per chi fosse interessato ad approfondire, è disponibile lo studio completo.

 

Fonte: Wired.it

Continua a leggere