Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

9 Gennaio 2023

Criteri ambientali minimi obbligatori anche per gli eventi commissionati dalla Pubblica Amministrazione

 

 

Con Dm 19 ottobre 2022 sono stati approvati i criteri ambientali minimi (CAM) che dovranno obbligatoriamente essere inclusi nei bandi di gara per l’affidamento del servizio di organizzazione e realizzazione di eventi da parte della Pubblica Amministrazione. 

 

Il Pan GPP e gli eventi coinvolti

Il documento è stato elaborato in attuazione del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione (PAN GPP), nonché in attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che inserisce la Riforma 3.1 “Adozione di criteri ambientali minimi per eventi culturali” tra gli interventi/riforme di competenza del Ministero per la transizione ecologica (ora Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica).

Sono soggetti all’applicazione dei CAM, a titolo non esaustivo, Eventi culturali, Manifestazioni artistiche, Rievocazioni storiche, Eventi enogastronomici, Rassegne e festival musicali, teatrali, cinematografici, Mostre ed esposizioni, Eventi sportivi, Convegni, conferenze, seminari, Fiere.

Le specifiche tecniche e le clausole contrattuali contenute nei CAM sono inserite anche nel caso di affidamenti non rientranti nell’ambito di applicazione del decreto legislativo n. 50 del 2016 (Codice dei contratti pubblici), ivi compresi gli affidamenti in house, al fine di rispondere ai principi di tutela ambientale ed efficienza energetica indicati dallo stesso Codice.

Il Ministero raccomanda, anche nel caso di eventi non soggetti a procedure di gara pubbliche, di vincolare l’eventuale erogazione di contributi e/o concessioni di patrocini all’applicazione dei CAM sugli eventi.

 

L'ecoprogettazione

Viene sottolineato in premessa come per la corretta applicazione dei CAM sia fondamentale eseguire un’attenta “ecoprogettazione” a monte delle diverse fasi dell’evento, secondo i principi dell’Universal Design (definito come “approccio olistico alla progettazione di prodotti, servizi e ambienti che sostiene la diversità umana, l’inclusione sociale e l’uguaglianza consentendo a ciascuno di avere pari opportunità di partecipazione in ogni contesto della società – Dichiarazione di Stoccolma della EIDD 2004”) e del Design for Disassembly (definito come “approccio alle tecniche di progettazione di un bene che applica tecniche mirate a semplificare il montaggio/smontaggio dello stesso, in modo da consentirne la riparazione, l’aggiornamento e il riciclo, allungando la durata di vita utile e permettendo il riutilizzo dei componenti a fine vita”).

Saranno le stazioni appaltanti a “modulare” i CAM a seconda della tipologia di evento. 

 

Requisiti, criteri e criteri premianti

Le clausole contrattuali (requisiti) prevedono la nomina di un responsabile della sostenibilità e riunioni operative, nonché criteri per:

  • alloggi e strutture logistiche di supporto 
  • biglietti e materiali informativi e promozionali 
  • comunicazione accessibile agli eventi 
  • allestimenti e arredi 
  • imballaggi degli allestimenti degli arredi e delle opere 
  • raccolta e riuso degli allestimenti
  • gadget e premi
  • location dell’evento
  • trasporto materiali
  • mobilità sostenibile per raggiungere l’evento e muoversi al suo interno 
  • consumi energetici
  • prodotti per l’igiene personale
  • prodotti per la pulizia degli ambienti
  • servizio temporaneo di ristoro e servizio catering
  • tovaglie e tovaglioli
  • prevenzione dei rifiuti nei punti di ristoro
  • gestione dei rifiuti
  • comunicazioni al pubblico
  • formazione al personale
  • clausole sociali e tutela dei lavoratori
  • eventi per tutti.

I criteri premianti riguardano i seguenti elementi:

  • adozione di sistemi di gestione ambientale o per la sostenibilità degli eventi
  • allestimenti e arredi in plastica
  • veicoli pesanti per il trasporto del materiale
  • alloggi per staff invitati ai relatori
  • promozione della mobilità sostenibile
  • sponsorizzazioni delle iniziative culturali
  • scelta di fornitori con determinati standard ambientali e sociali
  • valorizzazione del territorio
  •  tovaglie e tovaglioli
  • monitoraggio delle prestazioni ambientali dell’evento
  • scelta della location aree e baby friendly 
  • squadra di ecovolontari.

Tags: , , ,

di Riccardo Marchesi

106
Share