Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

6 Ottobre 2021

Risorse e target per le misure ambientali del PNRR

IL Dm Finanze 6 agosto 2021, in vigore dal 24 settembre 2021, assegna le risorse finanziarie previste per l’attuazione degli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e ripartisce traguardi e obiettivi per scadenze semestrali di rendicontazione, sulla cui base avverranno le erogazioni dell’Unione Europea.

Al Ministero della transizione ecologica (MITE) spettano quasi 34,7 miliardi di Euro, di cui 11,6 per progetti in essere, 22,1 per nuovi progetti e 1,0 per il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC).

 

La ripartizione

La ripartizione è la seguente:

  • Realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti (1,5 miliardi di Euro, di cui 1,0 attraverso il FSC).
  • Progetti “faro” di economia circolare (600 milioni di Euro) –
  • Isole verdi (200 milioni di Euro) –
  • Cultura e consapevolezza su temi e sfide ambientali (30 milioni di Euro) –
  • Sviluppo agro-voltaico (1, 1 miliardi di Euro)
  • Promozione rinnovabili per le comunità energetiche e l’auto-consumo (2, 2 miliardi di Euro)
  • Promozione impianti innovativi, incluso offshore (675 milioni di Euro)
  • Sviluppo bio-metano (1,9  miliardi di Euro) –
  • Rafforzamento smart grid ((3, 6 miliardi di Euro) –
  • Interventi su resilienza climatica reti (500 milioni di Euro) –
  • Produzione in aree industriali dismesse (500 milioni di Euro) –
  • Utilizzo in settori hard-to-abate (2,0 miliardi di Euro)  –
  • Ricerca e sviluppo sull’idrogeno (160 milioni di Euro) –
  • Sviluppo infrastrutture di ricarica elettrica (741 milioni di Euro) –
  • Investimenti sull’Idrogeno (450 milioni di Euro)
  • Ecobonus e Sismabonus fino al 110% per l’efficienza energetica e la sicurezza degli edifici (13,95 miliardi di Euro) –
  • Sviluppo di sistemi di teleriscaldamento (200 milioni di Euro) –
  • Realizzazione di un sistema avanzato ed integrato di monitoraggio e previsione (500 milioni di Euro) –
  • Misure per la gestione del rischio di alluvione e per la riduzione del rischio idrogeologico 1,3 miliardi di Euro) 
  • Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano (330 milioni di Euro) –
  • Digitalizzazione dei parchi nazionali (100 milioni di Euro) –
  • Rinaturazione dell’area del Po (357 milioni di Euro) –
  • Bonifica dei siti orfani (500 milioni di Euro) –
  • Ripristino e tutela dei fondali e degli habitat marini (400 milioni di Euro) –
  • Investimenti in fognatura e depurazione (600 milioni di Euro) –
  • Interventi per la sostenibilità ambientale dei porti (Green Ports) (270 milioni di Euro).

Queste risorse sono tutte relative a nuovi progetti, salvo il miliardo del FSC e circa 10,3 miliardi per Ecobonus ed Sismabonus, 1,3 per rischi alluvione e idrogeologico e 30 milioni per verde urbano ed extraurbano, che si riferiscono a progetti in essere

 

Entro il 31 dicembre 2021

Per quanto riguarda i traguardi temporali maggiormente prossimi, di competenza del MITE, si sottolineano entro il 31/12/2021:

  • per gli investimenti Realizzazione nuovi impianti di gestione rifiuti e ammodernamento di impianti esistenti e Progetti “faro” di economia circolare, deve entrare in vigore il relativo decreto ministeriale (pubblicati 2 decreti il 30/09)
  • per l’investimento Realizzazione di un sistema avanzato ed integrato di monitoraggio e previsione deve essere redatto il Piano operativo per un sistema avanzato e integrato di monitoraggio e previsione per l’individuazione dei rischi idrologici (pubblicato il 30/09 il relativo decreto di approvazione)
  • per la Riforma Adozione di programmi nazionali di controllo dell’inquinamento atmosferico deve entrare in vigore un Programma nazionale di controllo dell’inquinamento atmosferico.
  • per l’investimento Tutela e valorizzazione del verde urbano ed extraurbano devono entrare in vigore le modifiche legislative rivedute per la protezione e la valorizzazione delle aree verdi urbane ed extra urbane.

 

Entro il 30 giugno 2022

La scadenza successiva è al 30/06/2022, entro la quale:

  • per l’investimento Digitalizzazione dei parchi nazionali deve entrare in vigore la semplificazione amministrativa e sviluppo di servizi digitali per i visitatori dei parchi nazionali e delle aree marine protette
  •  per la Riforma Strategia nazionale per l’economia circolare deve entrare in vigore il decreto ministeriale per l’adozione della strategia nazionale per l’economia circolare
  • per la Riforma Supporto tecnico alle autorità locali deve essere approvato l’accordo per lo sviluppo del piano d’azione per la creazione di capacità a sostegno degli enti locali
  • per l’investimento Cultura e consapevolezza su temi e sfide ambientali deve essere avviata la piattaforma web e gli accordi con gli autori
  • per l’investimento Ricerca e sviluppo sull’idrogeno devono essere aggiudicati tutti i contratti di ricerca e sviluppo a progetti di ricerca sull’idrogeno
  • per la Riforma Misure volte a promuovere la competitività dell’idrogeno devono entrare in vigore gli incentivi fiscali
  • per la Riforma Programma nazionale per la gestione dei rifiuti deve entrare in vigore il decreto ministeriale sul programma nazionale per la gestione dei rifiuti

Sempre entro il 30/06/2022 dovranno entrare in vigore misure di semplificazione e accelerazione delle procedure per gli interventi di efficientamento energetico, di interventi contro il dissesto idrogeologico e per una migliore gestione dei rischi idrologici, oltre che entrare in vigore il nuovo quadro giuridico relativo agli scopi irrigui.

Altre scadenze si succedono fino al 30/06/2026.

Tags: , , ,

di Riccardo Marchesi

62
Share