Iscriviti e ricevi le nostre Notizie Sostenibili.
Abbiamo sempre 1.000 progetti attivi.
I nostri creativi non si fermano mai: campagne di comunicazione, percorsi educativi, progetti teatrali, pubblicazioni e ricerche.
Se hai piacere di essere aggiornato iscriviti alla nostra newsletter NoteS e riceverai solo Notizie Sostenibili.

Iscriviti!


 *

 

 

24 Gennaio 2014

I contratti di fiume: reale progettazione partecipata

In Piemonte per il Contratto di fiume Stura, il gioco di ruolo a servizio della progettazione

Il Forum Mondiale dell’acqua del 2000 ha istituito il Contratto di Fiume come strumento che permette di agire come un sistema di regole che intervengono in modo paritario nella ricerca di soluzioni efficaci per il governo di un bacino fluviale. Un sistema di regole condivise che presuppone però l’attivazione di processi di partecipazione a livello locale che coinvolgano cittadini, istituzioni ed attori socio economici interessati alla gestione ed alla fruizione dei bacini idrogeografici.

Sono circa sessanta le realtà italiane in cui è attivo un contratto di fiume, Achab Group ha collaborato con un ampio gruppo di lavoro all’ideazione ed al coordinamento delle attività di progettazione partecipata per il contratto di Lago di Viverone, per i Contratti di Fiume Po, Pellice e Stura di Lanzo. Proprio per quest’ultimo, è stato creato un gioco di ruolo che ha coinvolto 250 alunni degli Istituti superiori di Ciriè e che ha elaborato, simulando un processo partecipato, alcune proposte presentate poi ai tavoli tematici dedicati agli stakeholder territoriali.  Proposte che sono effettivamente confluite nel processo di animazione e co-progettazione che ha coinvolto il territorio del bacino di fiume Stura. Due concorsi didattici hanno inoltre valorizzato i percorsi di studio dei ragazzi coinvolti: i grafici hanno ideato il logo del Contratto di Fiume e l’immagine coordinata; gli operatori del turismo, invece, hanno mappato le risorse culturali, ambientali, turistiche del bacino che sono confluite nel progetto di turismo sostenibile “Stouring“.

In questo contesto emerge un approccio innovativo: i cittadini non sono unicamente destinatari degli interventi ma portatori anche’essi di una responsabilità sociale che si esprime non contrapponendo i loro interessi economici a quelli pubblici e si traduce in un contratto, un formale accordo di programmazione negoziata che i soggetti aderenti stipulano assumendosi, ognuno per la propria parte di partecipazione, impegni concreti.

 

Tags: , ,

di Redazione Achab

46
Share