Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

22 Luglio 2019

Visori 3D per visitare gli impianti di riciclo… in classe!

waste travel

Passeggiate nei boschi, laboratori pratici, giochi: quando pensiamo all’educazione ambientale probabilmente le prime immagini che ci sovvengono sono queste. Si tratta sicuramente di attività con un grande appeal su alunni e docenti perché permettono di sperimentare una “didattica del fare” (learning by doing) che porta grandissimi riscontri positivi.

Ma l’educazione ambientale non è solo questo. La tecnologia e la natura vanno a braccetto, ad esempio, nei progetti che usano i visori 3D che permettono di fare un viaggio virtuale ma molto realistico senza muoversi dal proprio banco! È quello che hanno provato gli alunni coinvolti nei progetti denominati “waste travel” realizzati da CISA (Ciriè, TO) e da ASVO (Portogruaro, VE) curati da Achab Group in collaborazione con Ancitel. L’uso di queste tecnologie è in linea anche con le indicazioni del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale. È un pilastro fondamentale de La Buona Scuola (legge 107/2015), una visione operativa che pone al centro l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.

I progetti già realizzati hanno dunque previsto la possibilità di visitare intere filiere di riciclo entrando virtualmente negli impianti, apprendendo così i vari passaggi del processo di riciclo di una frazione merceologica. Fare un’esperienza simile dal vivo sarebbe impossibile (per questioni di sicurezza oltre che di costi) per la scuola: la tecnologia diventa quindi fondamentale per permettere ad alunni e docenti di approfondire le conoscenze legate al riciclo e anche al tema dell’economia circolare.

Passeggiate nei boschi, laboratori pratici, giochi e viaggi virtuali: una buona educazione si fa con tutto.

Tags: , , , ,

di Redazione Achab

350
Share