Iscriviti e ricevi le nostre Notizie Sostenibili.
Abbiamo sempre 1.000 progetti attivi.
I nostri creativi non si fermano mai: campagne di comunicazione, percorsi educativi, progetti teatrali, pubblicazioni e ricerche.
Se hai piacere di essere aggiornato iscriviti alla nostra newsletter NoteS e riceverai solo Notizie Sostenibili.

Iscriviti!


 *

 

 

15 Ottobre 2020

A Civitavecchia ridurre lo spreco alimentare è questione di… Cibiltà!

 

“Cibiltà” è un neologismo composto dalle parole “cibo” e “civiltà”. Il senso di questo nome, ripreso nel logo di progetto, è la promozione di una coscienza etica e civica rispetto al cibo, risorsa vitale e preziosa, da non sprecare e piuttosto da condividere. Proprio con il marchio Cibiltà l’Amministrazione Comunale di Civitavecchia, assegnataria di un finanziamento di CMRC, in collaborazione con CROCE ROSSA di Civitavecchia,  ha lanciato un articolato progetto di educazione al consumo consapevole di cibo, in chiave anti-spreco, che nei prossimi mesi coinvolgerà scuole, ristoratori, negozi alimentari, gastronomie, botteghe e famiglie. 

 

FOCUS SULLO SPRECO ALIMENTARE

Il progetto Cibiltà promuove passo dopo passo la logica del riuso e del riciclo anche in cucina, partendo da una riflessione sulle abitudini quotidiane dei cittadini: ogni italiano spreca mediamente 36 kg di cibo all’anno* (Fonte Ministero dell’Ambiente dati 2018).

 

Lo spreco è prima di tutto un problema culturale: siamo noi che decidiamo cosa diventa un rifiuto e cosa no.

 

Solo un cambiamento condiviso, che coinvolga cioè i diversi attori che influiscono localmente sulla gestione delle risorse alimentari, può ambire a ridurre questo spreco, dal momento della spesa domestica fino al consumo dei pasti presso le mense scolastiche, passando per il recupero di derrate alimentari invendute e alimenti in scadenza venduti a prezzi scontati.

 

COINVOLTI ISTITUTI SCOLASTICI, RISTORANTI, NEGOZI DI ALIMENTARI

Da un lato si lavorerà sull’educazione, implementando un percorso organico tra azione pratica di monitoraggio degli sprechi nelle mense scolastiche ed educativo/informativa diretta alle famiglie con il gioco didattico per gli alunni delle scuole primarie denominato “L’Ecopagella di Capitan Eco”, che mette gli alunni in gara per intervistare gli adulti e  dare loro un voto proprio sul tema del consumo etico e consapevole del cibo, parallelamente si svolgerà un percorso di informazione e concertazione con le attività di ristorazione ed i negozi alimentari di Rocca Priora, al fine di diffondere le buone pratiche sostenute dal progetto Cibiltà: l’utilizzo delle “family bag” per portare a casa gli avanzi di cibo al ristorante, la creazione di promozioni speciali per i prodotti in scadenza nei negozi alimentari, la distribuzione di ricettari anti-spreco nelle mense scolastiche. 

Questi interventi avranno la finalità di intercettare e ridurre gli sprechi di cibo lungo tutta la filiera locale di distribuzione, somministrazione e consumo del cibo.

 

IL CONTRIBUTO DELLA CROCE ROSSA DI CIVITAVECCHIA

Il progetto è poi impreziosito e valorizzato dal supporto del Comitato Croce Rossa di Civitavecchia, che, tra le molteplici attività a sostegno dei più deboli, da anni si dedica anche al recupero delle derrate alimentari nelle diverse modalità possibili, dal fresco al secco, anche in collaborazione con altre Onlus. I Comitati di Croce Rossa ogni giorno organizzano collette alimentari e distribuzione di pacchi viveri in collaborazione con i Comuni e le altre associazioni preposte.

Le informazioni aggiornate e le versioni digitali del materiale informativo e gli aggiornamenti sullo svolgimento del progetto Cibiltà saranno disponibili prossimamente sulla pagina istituzionale del Comune di Civitavecchia www.comune.civitavecchia.rm.it

Tags: , , , , , ,

di Elena Pannone

120
Share