Iscriviti e ricevi le nostre Notizie Sostenibili.
Abbiamo sempre 1.000 progetti attivi.
I nostri creativi non si fermano mai: campagne di comunicazione, percorsi educativi, progetti teatrali, pubblicazioni e ricerche.
Se hai piacere di essere aggiornato iscriviti alla nostra newsletter NoteS e riceverai solo Notizie Sostenibili.

Iscriviti!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

Privacy Policy

26 Aprile 2021

La seconda edizione di “Ambiente in Comune” con Sei Toscana

E’ stato presentato il report della Seconda Edizione del Premio Ambiente in Comune, coordinato da Achab Group e promosso da Sei Toscana, che premiava i progetti di sviluppo sostenibile delle amministrazioni comunali del territorio della Toscana Sud.

 

La percezione degli obiettivi di Agenda 2030

Il progetto ha previsto anche un’analisi preliminare sulla conoscenza e sul punto di vista da parte delle Amministrazioni e dei cittadini circa l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, attraverso un questionario on-line presente nel sito di “Ambiente in Comune”. Le tematiche affrontate riguardavano alcuni punti del protocollo ONU, in particolare istruzione, innovazione e imprese, città e comunità sostenibili, consumo e produzione responsabili, cambiamento climatico, vita sott’acqua e sulla terra, rifiuti.

 

 

I numeri della Seconda Edizione del premio

A fine compilazione del questionario, le amministrazioni comunali partecipanti hanno potuto presentare i progetti realizzati o pianificati coerenti con i punti selezionati dell’Agenda 2030: in palio 3 premi per i comuni fino a 5.000 abitanti, tra 5.000 e 15.000 e oltre 15.000 abitanti.

A quest’edizione hanno partecipato 18 enti sotto i 5.000 abitanti, 21 enti compresi tra 5.000 e 15.000 residenti e 9 enti oltre i 15.000 abitanti.

Rispetto alla prima edizione hanno partecipato complessivamente 7 enti in più (da 41 a 48) equamente distribuiti nelle 3 fasce e coprendo tutte le diverse dimensioni, dal più piccolo, Radicofani, con poco più di 1.000 abitanti, al più grande, Arezzo con quasi 100.000 abitanti.

Sono stati presentati complessivamente 91 progetti.

 

 

I comuni premiati

A Castellina in Chianti è andato il primo premio della categoria dei comuni sotto i 5.000 abitanti, per il progetto “Ritorno al futuro”, che vedeva l’individuazione di spazi verdi da affidare in concessione per un periodo di 3/5 anni ad associazioni locali o a singoli cittadini, allo scopo di produrre frutta e ortaggi per le proprie necessità. 

Loro Ciuffenna e Terranuova Bracciolini si sono aggiudicate, ex aequo, il primo premio per i comuni fra 5.000 e 15.000 abitanti. Terranuova vince grazie al progetto “PON sulle Life Skills per la scuola secondaria di primo grado”, con la realizzazione di un’opera di street art capace di riqualificare alcune aree dell’edificio scolastico dell’I.C Giovanni XII. Loro Ciuffenna invece vince con il progetto “Salva la goccia”, che prevede incentivi per i cittadini che vogliono approcciarsi al recupero dell’acqua piovana domestica, raccolta dai tetti grazie a particolari contenitori. 

Il primo premio della categoria dei comuni sopra i 15.000 abitanti è stato vinto da Follonica per il progetto “Sulla strada verso la sostenibilità”, con la realizzazione di un tratto di ciclopedonale della città, nell’area della Ex Ilva, con pavimentazione in doghe in materiale plastico riciclato. 

 

Le menzioni speciali e il Premio Speciale Revet

Infine, la Giuria ha dato alcune menzioni speciali per alcuni progetti proposti, come il progetto “Seabin, il cestino del mare” di Castiglione della Pescaia; il progetto “Arredo urbano riciclato ed ecologico” di Grosseto e “Life for Silver Coast” di Orbetello

Siena vince grazie al progetto “Efficientamento energetico delle sorgenti luminose nelle scuole”; Montalcino con il progetto “Paniere magico”; Trequanda per il progetto “Interconnessione e paesaggio”; Poggibonsi con il suo progetto “Pedibus – 120 bambini a scuola a piedi” e Torrita di Siena grazie al progetto “Misure per contenere la diffusione di entomofauna non autoctona naturalizzata”.

E’ stato inoltre consegnato un Premio Speciale Revet a Castiglion Fiorentino grazie al progetto “Dalla plastica al gioco” che ha visto la realizzazione di arredi urbani in plastica riciclata proveniente dalle raccolte differenziate del territorio. 

 

Scarica il report qui!

Tags: , , , , ,

di Paolo Silingardi

124
Share