Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

26 Maggio 2020

LA NUOVA REGOLAZIONE ARERA E IL NUOVO METODO TARIFFARIO (MTR), GUARDA IL WEBINAR

Grande partecipazione e interesse per il webinar “La nuova regolazione Arera nel settore dei rifiuti urbani e il nuovo metodo tariffario”, tenutosi lo scorso 12 maggio ed organizzato dagli Enti D’Ambito della Regione Campania (EdA), con la segreteria tecnica e organizzativa di Officine Sostenibili.

L’evento, moderato da Pasquale Lepore, direttore tecnico di Officine Sostenibili, ha registrato oltre 300 contatti unici: nella prima parte, Ref Ricerche ha illustrato le novità inerenti il metodo tariffario, seguito poi da una tavola rotonda con i direttori degli EdA coordinati da Agostino Sorà, direttore dell’EdA Caserta. Significativa anche la partecipazione di Gestori e Comuni. 

Nel question time è stato approfondito il tema degli adempimenti in caso di inerzia dei gestori, in particolare toccando le seguenti tematiche:

  • diatriba nell’individuazione, in base ai casi specifici, dell’Ente d’ambito e/o del Comune quale Ente Territorialmente competente;
  • le difficoltà connesse all’elaborazione da parte dell’Ente d’Ambito dei PEF di tutti i gestori inadempienti, dovendo, in mancanza d’altro, utilizzare contabilità ufficiali quali ad esempio i bilanci e conti economici dei comuni ed in ultima istanza i fabbisogni standard;
  • la difficoltà, da parte dei gestori, di individuare una voce nel MTR per l’utile d’impresa o per risolvere (o meglio tradurre nel MTR) la prassi di detrarre ex ante dal canone i ricavi Conai in base ad un a stima;
  • la difficoltà da parte dei Comuni nell’individuare e separare i gestori dai meri prestatori d’opera.

L’evento si è rivelato un confronto pragmatico e costruttivo tra tutti gli attori del settore, rivelando come la novità sia percepita come un vero e proprio spartiacque nel mondo della gestione dei rifiuti urbani.

Si avvicina, intanto, la scadenza per la presentazione del PEF, stabilita ad oggi al 30 giugno, salvo eventuale (probabile) proroga al 31 luglio.

Guarda su Zoom il webinar! La password è: 4H@x93O9

Tags: , , ,

di Massimo Santucci

573
Share