Iscriviti e ricevi le nostre Notizie Sostenibili.
Abbiamo sempre 1.000 progetti attivi.
I nostri creativi non si fermano mai: campagne di comunicazione, percorsi educativi, progetti teatrali, pubblicazioni e ricerche.
Se hai piacere di essere aggiornato iscriviti alla nostra newsletter NoteS e riceverai solo Notizie Sostenibili.

Iscriviti!


 *

 

 

20 Settembre 2020

MoniComp e Covar 14: controlli sul compostaggio con l’uso delle nuove tecnologie

COVAR 14,  in collaborazione con i Comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Piossasco, Rivalta di Torino e i soggetti incaricati dei servizi di raccolta Eta Ambiente, La Nuova Cooperativa e Cooperativa Frassati, ha recentemente realizzato una nuova campagna di controllo e sensibilizzazione sul compostaggio domestico con l’ausilio della tecnologia “Monicomp”.

 

I CONTROLLI SUL TERRITORIO

Le visite, effettuate a campione dai tecnici di Achab Group, hanno coinvolto oltre 500 cittadini residenti nei comuni di Beinasco, Bruino, Orbassano, Rivalta di Torino e Piossasco che hanno dichiarato di effettuare il compostaggio domestico e godono di uno sconto sulla tariffa.

I controlli, dicevamo, sono stati realizzati durante il mese di agosto con l’ausilio di MoniComp, sistema di monitoraggio informatizzato finalizzato a rendere più efficace la gestione dei dati ed il controllo delle compostiere attive; abbinando l’apposito tag alle compostiere o ai siti di compostaggio, l’azione di controllo viene georeferenziata e resa tracciabile nel tempo.

 

LE INIZIATIVE ATTORNO AI CONTROLLI

Ulteriori iniziative di sensibilizzazione e informazione rivolte a tutta la cittadinanza hanno visto la realizzazione di info-point presso gli Ecocentri dei Comuni coinvolti, con il duplice obiettivo di:

  • diffondere la buona pratica del compostaggio domestico, efficace per ridurre in modo considerevole la produzione del rifiuto organico grazie all’autosmaltimento;
  • fornire utili informazioni e ripassare le regole di corretta differenziazione dei rifiuti.

 

I RISULTATI

Dalle ispezioni è emerso che il metodo di compostaggio di gran lunga più utilizzato nei cinque Comuni è la compostiera, rilevata nel 65% dei sopralluoghi. In minor misura vengono utilizzati il cumulo, interrato o sistemi misti.

A Beinasco, dove i sopralluoghi si sono concentrati anche nella zona di Borgaretto, l’uso della compostiera supera il 76% dei casi controllati.

A Bruino, Orbassano e Rivalta di Torino, dove i sopralluoghi a campione hanno coinvolto sia le utenze del centro che delle altre frazioni, si rileva un’incidenza maggiore dei sistemi misti rispetto agli altri Comune (circa il 20% contro una media del 15%).

Sul territorio di Piossasco è invece il sistema del cumulo ad integrarsi con una buona percentuale (il 19% contro una media dell’8%) a quello più diffuso della compostiera (60% a Piossasco).

 

L’UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA “MONICOMP”

Le analisi con MoniComp, oltre ad offrire una significativa panoramica dei metodi utilizzati sul territorio, hanno consentito di verificare la qualità del compost attraverso la misurazione dei principali parametri fisici. Il sopralluogo è stato inoltre un’occasione di confronto per i cittadini, un momento formativo per risolvere eventuali dubbi e verificare la validità del proprio metodo di autoproduzione del compost.

I dati, registrati su un database protetto e accessibile solo dai tecnici autorizzati di Covar14, permettono di tracciare nel tempo la storia di ogni singolo compostatore, di gestire e consultare l’albo, che riconosce lo sconto sulla tariffa agli iscritti, e di geolocalizzare le compostiere, certificandone il corretto utilizzo e l’effettiva riduzione dell’organico conferito nei cassonetti.
Una metodologia innovativa con cui Achab Group e Nuove Tecnologie Ambientali rendono disponibile un sistema integrato e smart per monitorare il compostaggio domestico secondo uno standard oggettivo e di qualità.

Tags: , , , ,

di Paola Rossi

218
Share