Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

20 Maggio 2022

Pordenone, una rivoluzione equa per i cittadini e sostenibile per l’ambiente!

Il comune di Pordenone e la società partecipata GEA cambiano il passo delle raccolte differenziate della città friulana attivando un nuovo servizio di raccolta a partire dalle periferie. Nei prossimi mesi l’innovativo servizio personalizzato si allargherà a tutto il territorio comunale.

 

Obiettivi

Garantire un sistema di raccolta efficace che permetta di migliorare la qualità dei rifiuti differenziati da mandare a recupero, razionalizzare le frequenze di raccolta favorendo una riduzione nella produzione dei rifiuti e fare il primo passo verso una tariffa coerente.

 

Un kit su misura

I cittadini della Zona Nord e della Zona Sud stanno ricevendo in questi giorni il loro nuovo comodo KIT costituito da:

  • un contenitore per la raccolta porta a porta della carta ergonomico, pratico e leggero,
  • sacchi gialli semitrasparenti per imballaggi in plastica e metalli,
  • una tessera magnetica personalizzata che funge da “chiave elettronica” per aprire i contenitori stradali di umido organico e vetro.

 

Nel KIT è compreso il materiale informativo: un opuscolo e un calendario, realizzati grazie alla collaborazione con Achab, che chiariranno ogni possibile eventuale dubbio relativo alle novità e al funzionamento del rinnovato servizio.

 

Un sistema su misura

Particolare attenzione è stata riservata alla raccolta di rifiuti particolari (come pannoloni, pannolini e sfalci e ramaglie).

Inoltre, grazie al RFID, adesso ai contenitori del rifiuto secco, sarà possibile  tenere conto degli effettivi svuotamenti porta a porta del bidone grigio di ciascuna singola utenza. Questo permetterà, a partire da gennaio 2023, di avviare la cosiddetta tariffa corrispettiva (legge n. 147/2013 art. 1, comma 668) finalizzata ad attribuire a ciascuna utenza un importo proporzionale al servizio fruito.

 

Una strategia win-win

In questo contesto vincono tutti: vince l’utenza che gode di un servizio comodo, personalizzato, efficiente ed equo; vince l’ambiente che sarà tutelato dal corretto e razionale utilizzo del sistema da parte di tutti i cittadini. 

Il successo dell’iniziativa sarà completo grazie all’impegno di tutti nel ridurre la quantità dei rifiuti scegliendo con cura gli acquisti con minori imballaggi ed evitando gli oggetti con una vita utile corta, come quelli “usa e getta”.

Tags: , , , ,

di Paolo Carmignola

65
Share