Iscriviti e ricevi le nostre Notizie Sostenibili.
Abbiamo sempre 1.000 progetti attivi.
I nostri creativi non si fermano mai: campagne di comunicazione, percorsi educativi, progetti teatrali, pubblicazioni e ricerche.
Se hai piacere di essere aggiornato iscriviti alla nostra newsletter NoteS e riceverai solo Notizie Sostenibili.

Iscriviti!


 *

 

 

13 Febbraio 2014

Risultati della campagna controlli ad Aosta: troppi riciclabili nei cassonetti verdi

Aosta controlli locandina4Sono terminati nelle scorse settimane i controlli sui corretti conferimenti, avviati nel mese di Novembre su tutto il territorio della città di Aosta, che avevano l’obiettivo di fotografare la qualità della raccolta differenziata fornendo un’istantanea sui principali errori di conferimento. Dai circa 2.000 cassonetti controllati emergono risultati che indicano la necessità di una maggiore attenzione dei cittadini nell’effettuare correttamente questo gesto di importanza sostanziale per la collettività. Gli operatori hanno affisso sui cassonetti 3 tipologie di “cartellini”(verde, giallo e rosso) riferiti all’assenza o alla presenza di impurità di vario livello all’interno dei contenitori.
In generale più del 63% dei cassonetti controllati ha meritato un cartellino giallo per la presenza di errori nei conferimenti e solo il 28% è stato insignito di un cartellino verde di utilizzo corretto. Tralasciando gli errori molto gravi registrati dai cartellini rossi, che per fortuna sono la minoranza, è però evidente che la maggioranza dei cittadini commette ancora molti errori nel fare correttamente la raccolta differenziata.
In particolare emerge una cospicua presenza di materiali riciclabili nella frazione indifferenziata (contenitore verde) e di frazioni non raccolte a livello domiciliare ma che devono invece essere portate presso il centro di raccolta comunale,  RAEE e legno su tutte.
C’è quindi ancora da migliorare soprattutto in riferimento un’attenzione puntuale e costante nell’assicurare ai materiali riciclabili il corretto percorso di recupero che li trasforma in materie prime e li sottrae allo smaltimento in discarica, per valorizzare l’impegno quotidiano profuso da tutti gli attori in gioco: amministrazioni, aziende di raccolta e cittadini stessi.

 

Tags: , , ,

di Redazione Achab

81
Share