Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

29 Luglio 2021

Attività, sfide ed ecoquiz per i dipendenti di L’Oréal

Sappiamo tutti che a parità di competenze e ore lavorate, un dipendente soddisfatto, sia sotto la sfera razionale sia emotiva, produce di più rispetto ad una persona distaccata. Non contano soltanto l’inquadramento e la retribuzione ma anche le relazioni, il clima e la condivisione della vision aziendale, anche in merito alla sostenibilità.

 

Se ti stai domandando come valorizzare le tue risorse, come aumentare la collaborazione e l’affiatamento tra il personale, come far sì che tutti i collaboratori si sentano parte di un progetto aziendale più ampio e, naturalmente, green… abbiamo una esperienza concreta da raccontare.

 

Il format

La nostra proposta è un evento di guerrilla teatrale, con animatori e attori professionisti che invadono gli uffici trascinando dipendenti e vertici aziendali in duelli canori, giochi, scenette ed ecoquiz. In palio, non solo la gloria del momento, ma anche un’occasione di divertimento e di interazione con i colleghi, indifferentemente dal livello, apprendendo nozioni e interiorizzando riflessioni sulle tematiche legate alla sostenibilità.

 

Il caso L'Oréal Italia

In occasione della Settimana Europea per la Sostenibilità, la sede milanese di L’Oréal Italia ha deciso di coinvolgerci per portare in azienda, durante la normale giornata lavorativa, attori bardati di tutto punto e un cantastorie con al collo una chitarra, per invitare i dipendenti ad intraprendere sfide improbabili. 

L’esuberanza dei nostri attori e la simpatia dei dipendenti hanno fatto il resto. 

 

Gli interventi prevedevano la suddivisione del personale in squadre, stimolando una sana competizione, e l’applicazione di tecniche teatrali e di animazione per portare l’attenzione sui temi della sostenibilità (in particolare sulla riduzione e sul riciclo dei rifiuti, sia prodotti durante l’attività lavorativa, sia privatamente nell’arco della proprie attività quotidiane).

 

Queste le principali attività che abbiamo portato negli uffici di L’Oréal:

 

1. Ecoquiz

Achab Group possiede un patrimonio di oltre 2.000 quiz sulla raccolta differenziata, sulla sostenibilità, sulla riduzione dei rifiuti e sui RAEE. Abbiamo replicato il più classico dei giochi a quiz lasciando scegliere chi giocava tra la busta numero 1, la 2 o la 3. Risposta giusta o sbagliata è relativo, perché sbagliando s’impara!

 

2. Ti riciclo una canzone

Un classico format Achab Group, realizzato grazie ad un accordo con il gruppo “Lo stato sociale” che ci ha concesso in licenza l’utilizzo del pezzo “Una vita in vacanza” (Sanremo 2018), e con il testo riscritto sui temi del riciclo. La licenza ci autorizza sia alla esecuzione che alla trasmissione su canali social delle eventuali riprese video. Le persone duettano con un attore musicista con chitarra, un’opportunità per far emergere doti canore sconosciute ai colleghi. 

 

3. Il peso dei rifiuti

Quanti rifiuti produce ognuno di noi in un anno? E quanti la propria famiglia? Scoprirlo è facile, bastava indovinare il peso di un sacco semitrasparente pieno di rifiuti e risolvere una equazione appositamente scritta da un noto matematico, il professor Materia De Scartis. Chi gioca deve prima valutare il peso del sacco e poi risolvere l’equazione, calcolando il valore complessivo dei propri rifiuti annuali.

 

4. Indovina la materia

All’interno di una scatola sono contenuti diversi oggetti di materiali diversi. Chi gioca infila la mano e, senza estrarla, indovinare quanti materiali e di quale tipologia. Vince chi riesce ad indovinare più materiali senza estrarre la mano. Come in tutti i giochi che si rispettano però nella scatola è nascosta una sorpresa che non possiamo svelare.

 

5. Cantastorie

Il cantastorie è un classico del teatro di strada, con un attore che narra una storia utilizzando disegni a supporto del racconto. Nel nostro caso invece abbiamo sostituito i disegni con animazioni che coinvolgono i lavoratori nella rappresentazione. Nell’animazione un attore è la voce narrante, mentre un altro trascina le persone nelle azioni della storia narrata. Al centro del racconto il concetto di economia circolare e i limiti dei cicli lineari, che partono dal prelievo di materia e finiscono con la restituzione di rifiuti. 

 

6. Canestro

Fare canestro sembra facile, ma se devi fare attenzione al materiale di cui è fatta la palla e centrare un canestro non collaborativo diventa più impegnativo.  L’attività prevede il lancio di alcune palle realizzate con differenti materiali (come carta, plastica, alluminio) all’interno dei rispettivi canestri, posizionati sulla testa degli animatori, che cercano di rendere il tutto difficile, muovendosi e scambiandosi di posto.

 

La produzione

Ogni gara prevede la proclamazione di un vincitore, doverosamente celebrato e premiato in questo caso con una copia del nostro libro “Evoluzione. Riflessioni postume di un Australopiteco.”

Al lavoro per la riuscita del progetto: i nostri creativi, i grafici, ed una costumista per la realizzazione delle scene e della mise degli animatori e attori coinvolti.

 

Tra un tiro al canestro, un’esibizione canora e un quiz sulla raccolta differenziata abbiamo realizzato tre giornate intense spostandoci tra gli uffici della sede milanese di L’Oreal Italia, un evento che i dipendenti non dimenticheranno facilmente.

 

La cultura come strumento

Utilizzare la cultura come strategia comunicativa è sempre vincente, e noi lo facciamo spesso. Perché in questo modo possiamo veicolare informazioni coinvolgendo attivamente il target che ci siamo preposti. Lo coinvolgiamo con messaggi ed emozioni, in modo che le persone non possano restare indifferenti; volenti o nolenti avranno interiorizzato concetti e avviato processi di riflessione finalizzati all’adozione di comportamenti virtuosi, a favore proprio e della collettività.

 

I risultati attesi

Le attività rappresentano uno strumento di Employee Engagement: stimolano la partecipazione e la collaborazione, il dialogo, aumentando la soddisfazione e la motivazione delle persone coinvolte, in modo che lavorino con passione ed energia, diventando veri e propri brand ambassador aziendali.

 

Sono eventi in azienda che permettono anche di realizzare foto, selfie, post sui social personali e materiali a disposizione dell’azienda per future comunicazioni.

 

Il risultato è un servizio chiavi in mano per la comunicazione interna, e non solo; a voi non resterà che aprirci la porta.

Tags: , , , , , ,

di Barbara Buffo

52
Share