Iscriviti e ricevi le nostre news sulla sostenibilità.
Nella sezione Notizie Sostenibili puoi scoprire i nostri progetti e ascoltare le esperienze di chi ha scelto di lavorare con Achab Group.
Guarda nella sezione Approfondimenti Sostenibili per saperne di più sul tema della sostenibilità e i nostri consigli su come applicarla.
Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter NoteS e restare aggiornato sulla sostenibilità.

Iscriviti!


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

 

Privacy Policy

20 Marzo 2023

Il progetto “Io tu noi: il piave” riparte: formula vincente non si cambia…

 

Dopo il successo della scorsa edizione del 2019/2020, il progetto didattico “Io, tu, noi: il Piave” riparte con nuovo slancio. 

Da aprile 2023 a giugno 2024, 100 classi del territorio del Piave sperimenteranno e impareranno ciò che il fiume sacro ha da raccontarci con diretto riferimento alla funzionalità ecologica e alla prevenzione del rischio idraulico dei corsi d’acqua.

 

Una collaborazione consolidata tra Achab Group e l’Autorità di Bacino distrettuale delle Alpi Orientali che permette di mettere nuovamente a disposizione delle scuole del territorio del Piave esperienze formative e didattiche che sanno lasciare il segno nei ragazzi.

 

5 nuovi comuni coinvolti

Un territorio ancora più ampio coinvolto per diffondere la possibilità di aderire ad un percorso.

di didattica e partecipazione attiva che porti alla conoscenza e alla tutela dell’ambiente in cui gli studenti vivono.

Parliamo dei ragazzi delle scuole Primarie e Secondarie di I grado e II grado di 20 Comuni: Susegana, Maserada sul Piave,Cimadolmo, San Polo di Piave, Ormelle, Breda di Piave, San Biagio di Callalta, Ponte di Piave, Salgareda, Zenson di Piave, Noventa di Piave, Fossalta di Piave, San Donà di Piave, Eraclea, Jesolo, Arcade, Mareno di Piave, Musile di Piave, Santa Lucia di Piave, Spresiano.

 

Laboratori in classe, ma non solo!

Il percorso educativo applica un nuovo approccio per il monitoraggio ambientale e la raccolta di dati, di interesse scientifico, nel territorio attraverso il coinvolgimento volontario della popolazione.

Mai sentito parlare di “Citizen Science”? Una “scienza partecipata” che rende i cittadini, e in questo caso i giovani Citizen Scientists, parte integrante del processo scientifico e rappresenta una metodologia con una grande valenza in campo educativo: si forniscono infatti strumenti per comprendere l’importanza delle azioni individuali per conseguire risultati collettivi.

In altre parole puntiamo sulla risoluzione di problemi applicando strategie collaborative, attraverso il coinvolgimento anche di famiglie e conoscenti degli alunni.

 

Osservare il fiume da un altro punto di vista

Non è solo teoria, è pratica, osservazione, sperimentazione che porta ad una reale conoscenza e consapevolezza del territorio.

Con la proposta di uscite in campo dove toccare con mano gli aspetti naturalistici e ambientali si delinea un approccio educativo innovativo ed esperienziale, bagaglio fondamentale di valori per le nostre generazioni future.

 

Contest tematici

Affinché la partecipazione sia attiva e stimolante, il progetto prevede vere e proprie sfide tra le classi, con conseguenti premi in denaro per l’acquisto di materiale didattico.

Per le Primarie il contest sono le “EcoPagelle”: gli alunni ci insegnano l’ambiente”. Si invertono i ruoli e gli alunni interrogano gli adulti testando il loro grado di informazione sul tema del progetto e mettendo loro un voto

Per le Secondarie il tema è “EcoReporter”: i ragazzi si trasformano in giornalisti e danno via libera alla loro creatività per produrre degli elaborati che possano testimoniare la realtà locale legata ai temi del progetto. 

 

Insomma, nuove sfide, nuovi stimoli, nuovi ragazzi curiosi e consapevoli per un progetto ricco e consolidato.

Formula vincente non si cambia, si migliora!

Scopri di più su https://www.iotunoipiave.it/

Tags: , , , , ,

di Paolo Carmignola

190
Share